Sedicente avvocato “d’aste” è accusato di aver estorto 80mila euro agli ex ristoratori di Lesegno

Dalle indagini della Guardia di Finanza di Mondovì l'imputato risulta essere un soggetto "pressoché inesistente dal punto di vista tributario", a capo di una fantomatica onlus con sede in un immobile deserto

(a.c.) – Si sarebbe presentato a loro come avvocato ed esperto di aste. Da una parte c’è il torinese G.S., dall’altra la coppia di anziani ex ristoratori di Lisio che, all’epoca dei fatti, nel 2011, versavano in condizioni molto critiche dal punto di vista finanziario. In particolare, era imminente la vendita dei terreni dell’ex albergo-ristorante di Lesegno per i quali a suo tempo avevano ottenuto un finanziamento da 400 milioni di lire dalla Regione Piemonte. Il sedicente avvocato G.S. avrebbe assicurato loro di poter bloccare l’esecuzione dell’asta, sfruttando un possibile appiglio giuridico. Per questo i suoi clienti hanno continuato a elargirgli denaro fino all’aprile 2013. Tra bonifici e versamenti si arriverebbe alla cifra di 81mila euro.

È stata la Guardia di Finanza di Mondovì a ricostruire in seguito tutti i movimenti bancari, dopo aver ricevuto un esposto anonimo. Secondo gli inquirenti, non è chiaro a quale titolo l’imputato percepisse tali somme: G.S., ha riferito il luogotenente Maurizio Leo, era un soggetto «pressoché inesistente dal punto di vista tributario» e risultava anche a capo di una fantomatica Onlus che non aveva mai presentato dichiarazioni fiscali e la cui sede era in un immobile deserto.

A fare da tramite tra l’“avvocato” e i coniugi era stato un geometra, titolare di uno studio tecnico a Viola. In aula il professionista ha ricostruito la genesi del suo rapporto con G.S.: «L’avevo conosciuto nel 2006 in occasione di un’asta giudiziaria. Mi si era presentato come un avvocato attivo a Torino e in Francia, che aveva bisogno di un tecnico per curare i suoi interessi nel Cuneese. Negli anni ho seguito per lui diverse pratiche relative ad acquisti di alloggi e altro».

Secondo il geometra, G.S. si appoggiava a due studi legali torinesi e dava mostra di conoscere bene i meccanismi del diritto, in particolare per quanto riguarda le aste: «È stato lui a interpellare i proprietari del fabbricato di Lesegno, il cui valore io avevo stimato in 700mila euro. Mi convinse a collaborare con lui nella ricerca di appigli per bloccare la vendita». L’imputato è già stato condannato a due anni e quattro mesi per truffa in un procedimento analogo a Ventimiglia, tenutosi nel 2016. Ora si trova agli arresti domiciliari. Il giudice Marco Toscano lo ascolterà nella prossima udienza fissata per il 12 marzo.

Scopri anche

Furti e truffe ad anziani, arrestata banda di “professionisti”. Hanno colpito anche nel monregalese

Erano veri professionisti dei furti in casa di anziani. Agivano in pochi minuti: uno si accertava che la casa fosse vuota, un altro faceva da palo e quindi il primo entrava e faceva "pulizia"....

A Linea Verde su Rai 1 cartoline del monregalese, da Vico a Carrù

CLICCA QUI PER VEDERE LA PUNTATA Nella puntata di oggi, domenica 29 gennaio, Linea Verde ha dedicato una serie di segmenti alle eccellenze e alle peculiarità del monregalese: dopo l'anteprima dedicata alla Fiera del Bue...

Mondovì: tutto esaurito per i “tour della memoria” al Ghetto ebraico, oggi la Sinagoga

Ha avuto un'enorme successo l'iniziativa, coordinata dalla Città di Mondovì con l'associazione Gli Spigolatori ed Esedra, dei "tour della memoria", di organizzare visite guidate a tema “Mondovì Città della Memoria” con visita guidata alle...

L’aereo che attraversa la luna: l’incredibile scatto da Carrù

«È tutta una questione di una frazione di secondo. Quando ci riesco, mi emoziono. Un po’ come un pescatore che, dopo ore e ore di attesa, riesce a tirare fuori un bel pesce». Il...

Paola Farinetti a Mondovì per presentare il libro “Tuffi di superficie”

Sabato 28 gennaio, alle 18 nella sala comunale delle Conferenze in corso Statuto, verrà presentato il libro di Paola Farinetti “Tuffi di superficie” (Gallucci editore). Sarà presente l’autrice che dialogherà con la giornalista Arianna...

Mondovì, lite tra pensionati nel parcheggio del supermercato: intervengono i Carabinieri

Ha colpito il contendente con una catena per chiudere la bicicletta, durante la lite scoppiata nel parcheggio del supermercato in via Cuneo a Mondovì, nei giorni scorsi. A seguire, dopo una segnalazione, è subito...