Scuole Superiori, rientro in classe a “doppi turni”? Presidi dubbiosi, l’incontro con la Prefettura si conclude in stallo

Superiori Piemonte riaprono presenza 18 gennaio

Una lettera al Prefetto di Cuneo, Fabrizia Triolo, firmata dai dirigenti scolastici delle Superiori della provincia (tra cui quelli di Mondovì e Ceva) con tutte perplessità e proposte in vista del di un ritorno in presenza al 75%, per tutte le scuole secondarie di secondo grado previsto dall’ultimo Dpcm dopo l’Epifania. Ne parlavamo pochi giorni fa (leggi qui): si è svolto ieri, martedì 15 dicembre, il tavolo di coordinamento istituito presso la Prefettura e presieduto dallo stesso prefetto per la definizione del più idoneo raccordo tra l’orario dei servizi di trasporto e quello delle attività didattiche della realtà provinciale. La proposta dei presidi delle scuole superiori della provincia di Cuneo è quella di una didattica modulata a settimane alterne (e a rotazione) tra presenza e distanza: una settimana in presenza per il 50% degli studenti e una settimana a distanza, in avvicendamento e fatte salve, se del caso, le giornate laboratoriali.  «Il tavolo si è concluso con uno “stallo” – ci dice il prof. Paolo Cortese –, ci si aggiornerà (...)  Ulteriori particolari su L'Unione Monregalese del 16 dicembre 2020. Sei abbonato on line? CLICCA QUI e leggi l'articolo completo


VUOI ESSERE SEMPRE INFORMATO?
Sì, voglio le news gratis in tempo reale - ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM - CLICCA QUI
Sì, voglio le top news gratis ogni settimana - ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER - CLICCA QUI