Garessio è fuori dall’Unione Montana Alta Val Tanaro e va con Pamparato

Uscita automatica dopo che il Consiglio dell'Unione Montana Alta Val Tanaro aveva preso atto della volontà di recedere. Ieri sera il Consiglio comunale

Dal 27 dicembre il Comune di Garessio non fa più parte dell’Unione Montana Alta Val Tanaro. Nel novembre scorso aveva deliberato l’intenzione di recedere e il Consiglio dell’ente montano ne aveva preso formalmente atto il 27 dicembre 2019. Nella delibera di recesso, Garessio aveva previsto una clausola finale secondo cui la sua posizione poteva essere rivista se entro il 31 dicembre 2020 si fossero verificate le seguenti condizioni: modifica dello statuto per ridurre il tempo di preavviso del recesso di un Comune; impegno della Giunta dell’Unione a distribuire fondi Ato e della Montagna in modo proporzionale al numero degli abitanti e all’estensione territoriale e ridiscussione della presidenza dell’Unione. Dal giorno della presa d’atto del Consiglio dell’Unione Montana ha cominciato a decorrere il termine di un anno, previsto da Statuto, per rendere effettivo il recesso che, automaticamente, é scattato allo scadere del medesimo. L’amministrazione comunale garessina ne ha dato comunicazione nel corso del Consiglio comunale convocato ieri sera, martedì 29 dicembre. “I tre presupposti individuati e giudicati indispensabili - ha detto il sindaco Ferruccio Fazio -, non si sono verificati e al di lá della presa d’atto non é arrivata alcuna comunicazione da parte dell’Unione Montana Alta Val Tanaro relativa alle nostre richieste. Dal 27 dicembre il recesso é divenuto operativo e quindi da tale data Garessio non fa più parte dell’Unione Montana Alta Val Tanaro”. Durante il Consiglio comunale é stato deliberato parere favorevole al progetto di costituzione di una nuova Unione Montana con il Comune di Pamparato. La delibera é stata approvata con dieci voti a favore (quelli della maggioranza e del consigliere di opposizione Roberto Meriggio) e tre contrari (dei consiglieri di opposizione Isaac Carrara, Anna Maria Nasi e Renza Roberi). L’uscita di Garessio dall’Unione della valle Tanaro é stato un punto ampiamente dibattuto nel corso della serata: si sono susseguiti interventi della minoranza e della maggioranza, che ha ribadito: “L’uscita dall’Unione dell’Alta Val Tanaro é stata decisione sofferta, ampiamente discussa e condivisa”.