Mondovì: L’Unione Monregalese “adotta” una rotonda

Mondovì, città della stampa. Sarà un’installazione dedicata al Museo della stampa, ai caratteri mobili e al giornalismo a decorare la rotonda del Ferrone, quella all’incrocio tra corso Europa e via San Bernardo. Un’installazione progettata da L’Unione Monregalese che, con una manifestazione di interesse ufficiale appena approvata dal Comune di Mondovì, “adotterà” la rotonda. Questo in risposta a un bando del Comune che chiedeva ad Associazioni o soggetti privati di presentare progetti di “sponsorizzazione” delle rotatorie.

ADOTTARE UNA ROTONDA
Il concetto è piuttosto semplice: dal momento che le rotatorie sono “luoghi di passaggio”, il Comune offre ad Associazioni o privati la possibilità di presentare progetti “finalizzati alla realizzazione di iniziative che consentano il perseguimento di interessi pubblici”. Il soggetto aggiudicatario si accolla ovviamente la manutenzione della rotatoria e, in cambio, può utilizzare lo spazio per promuoversi con cartellonistica o altro. Ovviamente, l’installazione non dovrà creare alcun ostacolo alla viabilità. Anche l’Avas-Fidas ha presentato un progetto: riguarda la rotonda fra via Cuneo e corso Stati Uniti (e via Nino Manera), un incrocio che collega la città con l’ospedale.

PROGETTO DEDICATO ALLA STORIA DELLA STAMPA
Il progetto presentato da CEM, società cooperativa monregalese (editore de L’Unione Monregalese), prevede un’installazione con parallelepipedi di acciaio COR-TEN, posati al centro della rotonda, modellati come i vecchi caratteri mobili delle macchine da stampa, ciascuno con una lettera sulla sommità. Il carattere mobile di stampa è il concetto-fulcro del progetto: esso rappresenta infatti il miglior simbolo, ancora oggi fortemente evocativo, delle tecniche di stampa e richiama allo stesso tempo il patrimonio storico della Città di Mondovì quale città della stampa e la natura stessa del lavoro e della mission de “L’Unione Monregalese”. A completamento dell’insieme verrà realizzato un cordolo di forma triangolare (sempre in acciaio), con tre scritte: “Città di Mondovì”, “Museo della Stampa”, “L’Unione Monregalese”. Nella parte interna del cordolo, agli angoli, verranno posizionate fioriere predisposte per accogliere una serie di piante sempreverdi.