La crisi di Governo “vista da Mondovì” – Costa: «Inaccettabile che il Parlamento resti indifferente»

«Non è accettabile che il Parlamento sia indifferente a quello che è successo ieri. La situazione della maggioranza è poco chiara per i cittadini e lo è anche per noi». Lo ha detto qualche ora fa Enrico Costa, deputato di "Azione" nel Gruppo misto alla Camera, riferendosi alla situazione in cui sta navigando il Governo.

Ieri, mercoledì 13 gennaio, Matteo Renzi ha annunciato il divorzio (temporaneo? Definitivo?) dal premier Giuseppe Conte, ritirando dall'esecutivo tutti nomi di "Italia viva": le ministre Teresa Bellanova e Elena Bonetti e il sottosegretario Ivan Scalfarotto. Costa: «Inaccettabile che la seduta di oggi sia cominciata quasi come se ieri non fosse successo niente. Oggi vediamo il Governo seduto sui suoi banchi, leggiamo dichiarazioni di chi dice "continueremo a votare". Nessuno riesce a capire cosa sta succedendo in questo Governo. leggiamo di "responsabili", leggiamo di "campagna acquisti". Il presidente del Consiglio deve dare risposte: venga in Parlamento e dica cosa sta succedendo. L'indifferenza non può avere agibilità in questa situazione».