Scuole, da lunedì risuona la campanella: metà classi alle Superiori tornano in aula

Il piano 18 gennaio: oltre 600 corse in Granda, bus di scorta e task force alle fermate

Da lunedì 18 gennaio risuona la campanella. Dopo due mesi (era l'inizio novembre scorso) gli studenti piemontesi delle Superiori tornano fisicamente in classe. Ma sarà un rientro a metà: 50% delle classi a scuola, le altre ancora in Dad. Poi, a turno, ci si inverte. 

Continuano normalmente con la didattica in presenza tutte le altre Scuole dei più "piccoli": dell’Infanzia, Elementari e Medie. L'indice Rt del Piemonte è a 1,14. Lo si legge nell'ordinanza che il presidente Alberto Cirio ha firmato ieri sera, venerdì 15 gennaio. Da domenica 17 gennaio la regione è dunque in "zona arancione".

LEGGI ANCHE : Covid, in Piemonte Rt a 1,14. Cirio: «Zona arancione da domenica. Sollecito i ristori»

🟠 IL PIEMONTE IN ZONA ARANCIONE DA DOMANI DOMENICA 17 GENNAIO

Queste le principali misure previste in base...

Pubblicato da Alberto Cirio su Sabato 16 gennaio 2021

 

Il piano: «Oltre 600 corse in più nella Granda in vista della riapertura delle Superiori»

Il grosso nodo per il rientro scolastico ai Licei e negli Istituti superiori è dovuto non tanto alla didattica in sè in aula, ma al servizio di trasporto. Ormai questo è risaputo. Sono circa 4.300 le corse in più alla settimana previste per il servizio autobus urbano ed extra urbano per un totale di quasi 96.000 chilometri percorsi. Per il servizio ferroviario sono previste 600 ore alla settimana di servizio aggiuntivo da parte di bus pronti ad effettuare 105 corse dai principali nodi. Questi i numeri del potenziamento del trasporto pubblico scolastico regionale in Piemonte per poter trasportare in sicurezza gli studenti delle Superiori. In particolare, sono previste 622 corse autobus settimanali in più per il Cuneese.

LEGGI ANCHE: Trasporto locale: oltre 600 corse in più nella Granda in vista della riapertura delle Superiori

A Mondovì: bus di "scorta" e task force alle fermate

I bus dovranno viaggiare col carico al 50%: un pullman da 70 posti non può far salire più di 35 persone. Si sale a bordo solo con la mascherina e la si deve tenere per tutto il viaggio. Ma cosa accade se il pullman si riempie prima di arrivare a destinazione? «Una delle principali novità – spiega l’assessore monregalese Erika Chiecchio, delegata cuneese nell’Agenzia regionale per la mobilità – riguarda i cosiddetti “bus scopa”. Ovvero: pullman “di scorta” che si attiva se il bus principale ha raggiunto il carico massimo». Così nessuno resterà… a piedi. Anche la funicolare di Mondovì viaggerà a carico ridotto, cercando di gestire al meglio le corse nella fascia di ingresso e uscita da scuola.

Elasticità negli orari 

Data la particolare situazione dei trasporti, gli Istituti sono invitati a considerare i possibili ritardi negli ingressi. Si entra a scuola scaglionati, come previsto, e mantenendo le distanze. Non solo: il Comune di Mondovì chiederà agli Istituti – anche di ordine diverso – di “coordinarsi” con gli orari, nelle situazioni di sedi limitrofe, per evitare assembramenti. Questo a Mondovì riguarda principalmente due aree: una a Piazza, col Polo scolastico e l’ex Elementare ora frequentata dall’Alberghiero entrambi in piazza D’Armi, e una a Breo, con la Secondaria “Anna Frank” e il “Cigna”. «Siamo certi – spiega la Chiecchio – che con piccoli adeguamenti, anche solo di una decina di minuti, si potranno evitare concomitanze».

Controlli 

Altro punto fondamentale: i controlli. Oltre agli agenti di Polizia locale, presenti ai momenti di ingresso e uscita, il Comune utilizzerà i volontari di Protezione civile per controllare le fermate dei bus e le stazioni della funicolare e intervenire in caso di assembramenti o mancanza di mascherine. Tutto questo, ovviamente, dovrà tenere conto sia delle decisioni nazionali che di quelle regionali, che potrebbero adottare norme più stringenti di quelle considerate fino a oggi. Nel frattempo, buon ritorno a scuola a tutti gli studenti.

 


VUOI ESSERE SEMPRE INFORMATO?
Sì, voglio le news gratis in tempo reale - ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM - CLICCA QUI
Sì, voglio le top news gratis ogni settimana - ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER - CLICCA QUI