Gli allevatori della Piemontese tornano a protestare a Carrù

Davanti alla sede Coalvi : «Ora vogliamo risposte», Marega: «Crisi generale, abbiamo sempre cercato nuovi punti vendita»

Sono tornati a protestare: stesso posto e stesse modalità di due mesi fa. Adesso i circa cento allevatori della Piemontese, radunatosi col passaparola nella manifestazione organizzata questa mattina a Carrùdove hanno sede sia il Consorzio di tutela Coalvi che l’Anaborapi – reclamano risposte. Cinquanta giorni fa, avevano presentato le loro istanze prima proprio a Coalvi (era il 9 dicembre scorso), poi, la settimana successiva, anche all’Associazione Anaborapi.

La protesta: «Forte speculazione, solo noi ci rimettiamo»

Sul piazzale stamane li hanno accolti e hanno messo la faccia i due direttori, Giorgio Marega ed Andrea Quaglino. E, di fronte a loro, è stato enunciato un breve comunicato: «Alla base del malcontento c’è una forte speculazione (sui banchi della grande distribuzione la carne Piemontese è stata sostituita con vitelli e meticci allevati in grandi centri di ingrasso) e il perdurare di una crisi economica con una perdita del 25% del valore dei capi da macello, rispetto ad un anno fa». È stato chiesto un «intervento mirato» per sensibilizzare gli allevatori a produrre il più possibile in maniera conforme al mercato, con una griglia di valutazione per garantire «un prezzo minimo a tutela di chi lavora bene». Poi «maggiori controlli, fino al banco della macelleria» e «valorizzazione della Razza: l’Igp (l’indicazione geografica protetta) è partito 20 anni fa, ma non è realmente operativo». Centrale il crollo dei prezzi in un momento certamente difficile, ma la cui origine – hanno rimarcato gli allevatori manifestanti – risale a tempi precedenti. C’è chi alza la voce: «I prezzi ora sono quelli di 40 anni fa. Serve anche fare maggior pubblicità, non si può più aspettare».

 

Marega: «Nuovi punti vendita, siamo andati oltre i nostri confini»

«La lettera che ci avevate presentato è stata oggetto di approfondimento», ha spiegato Giorgio Marega (direttore Coalvi). «È in programma, prossima settimana, la convocazione del Consiglio d’Amministrazione per la risposta definitiva, punto per punto. Anticipo che ci siamo resi conto che l’informazione nei confronti del socio è stata a tratti trascurata, complice la pandemia. Su alcuni contenuti certe iniziative si stanno già portando avanti». Tra interruzioni e toni che si scaldano, ha proseguito: «Per riequilibrare il prezzo serve aumentare la domanda: abbiamo sempre cercato nuovi punti vendita (27 nuove macellerie nel 2020), siamo andati fuori regione, al Centro e Sud Italia e all’estero (anche Praga e Lussemburgo). Dal 2008 Coalvi non prende neanche un euro come contributo per la pubblicità, ora abbiamo vinto un bando regionale, contiamo di avere a disposizione 100mila da investire». Sulla crisi: «La grande distribuzione organizzata ha comprato meno, i ristoranti sono chiusi e ricordiamoci che un buon 9% dei capi macellati andava alle mense scolastiche. Questo non dipende da noi, ma non stiamo, come detto da qualcuno, dormendo sugli allori». Nei prossimi giorni è prevista una manifestazione analoga, incentrata questa volta sulle problematiche già evidenziate precedentemente all’Anaborapi.

 

 

Chirurgia Laser Difetto Visivo

Chirurgia laser per correggere il tuo difetto visivo: scopri se sei idoneo

Miopia, astigmatismo, ipermetropia, presbiopia - Non lasciare che la paura di togliere gli occhiali ti impedisca di fare le cose che ti piacciono: vieni l’8 e 19 aprile al Centro Abax di Cuneo per...

Villanova: la Pro loco si è presentata alla popolazione

È stata presentata nel tardo pomeriggio di sabato la nuova Proloco villanovese e il suo direttivo. Ad introdurre la nuova realtà è stato il sindaco Roberto Murizasco che ha ribadito il supporto...

Big bench: anche Dogliani e Ceva tra i finalisiti del contest “Art Challenge”

Il Palablack Miroglio Fashion di Alba ha ospitato, oggi pomeriggio (13 aprile), la premiazione del primo contest "Art Challenge", organizzato dal Big Bench Community Project, la Fondazione che si occupa della promozione e della...

A Ceva furti nei negozi nella notte: rubati alcuni telefonini

Alcuni locali del centro storico di Ceva sono stati "visitati" dai ladri nella notte appena trascorsa. Ignoti si sono introdotti, forzando gli ingressi, all'interno di un negozio di telefonia e di un fruttivendolo. Nel...

Mondovì: sboccia la Primavera – FOTO E PROGRAMMA DELLA FIERA

È cominciata la Fiera di Primavera 2024. Sabato 13 e domenica 14 aprile a Mondovì un weekend floreale, con 400 espositori tra florovivaisti, produttori agricoli, auto-moto e mezzi agricoli, giochi per bambini, laboratori, talk,...
Nord Sud Castello Cigliè

Nord vs Sud: la disfida dei vini “Al Castello” di Cigliè

Venerdì scorso si è svolto il secondo appuntamento delle “4 sere Al Castello” di Ciglié, con l’intero ristorante dedicato all’evento “Bolle al buio - Sicuri di essere grandi intenditori di bollicine?”, in cui vini...