Sorpresi a rubare vecchi televisori nell’area ecologica di Sant’Albano

Erano stati i residenti a segnalare un’auto “sospetta” nella zona, ora sono stati condannati dal Tribunale

(a.c.)Sono stati condannati per furto N.E.M. e M.E.W., i due uomini di origine marocchina sorpresi nel novembre 2018 nelle vicinanze dell’area ecologica di Sant’Albano Stura. I Carabinieri sul posto avevano trovato nell’automobile alcuni televisori, una batteria e altre merci che si presumeva essere stati asportati dall’area ecologica: la recinzione era stata strappata e ulteriori oggetti si trovavano a poca distanza, pronti per essere caricati.

Poco dopo era stato individuato N.E.M., nei paraggi, e sull’auto era presente il telefono di M.E.W, fermato mentre si dirigeva a piedi a Trinità. Quindi è scattata la denuncia per furto e danneggiamento in concorso. Il giudice ha condannato i due imputati per il reato di furto a sei mesi di reclusione e a un’ammenda, assolvendoli invece dall’accusa di danneggiamento.