La Roburcoop chiede i danni al Comune

Arriva una richiesta di danni per diffamazione di 20.000 euro dalla Cooperativa che ha in carico la gestione degli impianti sciistici di proprietà del Comune, in riferimento a quanto detto nel corso dei Consigli comunali

Il Consiglio comunale di Roburent si è riunito d'urgenza, mercoledì 3 marzo alle 18, per pronunciarsi su una missiva pervenuta al Comune, redatta dall'avvocato Margiotta, che rappresenta gli interessi della Cooperativa Roburcoop. Tra il Comune e l'azienda è in corso un arbitrato circa la gestione degli impianti sciistici. La lettera chiede al Comune se si intende aderire a una soluzione transativa, che porterebbe a un risarcimento danni di non meno di 20.000 euro, in riferimento ad alcune frasi pronunciate dal Sindaco nel corso dei Consigli comunali (le assemblee del 19 ottobre e del 28 dicembre) in cui è stata trattata la questione dell'arbitrato. La Roburcoop ritiene di essere stata diffamata. Il sindaco Giulia Negri ha convocato l'assemblea per chiedere ai consiglieri comunali di pronunciarsi sull'accoglimento o meno della richiesta della Cooperativa.

La minoranza, Michele Valsecchi e Vilma Galliano, hanno abbandonato la seduta, dichiarando di non avere le necessarie competenze per pronunciarsi sulla questione.

Il consigliere Romolo Garavagno ha espresso una dichiarazione di voto per motivare la propria astensione: ha rimarcato la sua convinzione che tale argomento non fosse di competenza del Consiglio comunale, anche in considerazione del fatto che i consiglieri non hanno specifiche competenze giudiziarie. Secondo il consigliere la sede adatta per la trattazione del punto è la Giunta comunale.

Il Consiglio comunale si è espresso negativamente circa l'accoglimento della richiesta contenuta nella missiva, con il voto contrario di tutti i consiglieri e l'astensione di Romolo Garavagno e dei consiglieri di minoranza.