Mercatò: donati quasi 69 mila kg di cibo al Banco Alimentare

Grazie ai punti accumulati con il catalogo premi 2020-2021 della catena di supermercati

Un'iniziativa partita quattro anni fa nei supermercati e ipermercati “Mercatò” in Piemonte e Liguria, che ha avuto grande seguito fra i generosi clienti della catena. Fare la spesa donando è diventato, infatti, parte della loro realtà e quest'anno ha portato a donare ben 22.864 kit alimentari, composti ognuno da circa 3 chili di cibo tra pasta, passata di pomodoro, tonno, fagioli, piselli, fette biscottate e biscotti.

I kit verranno distribuiti attraverso le oltre 600 Strutture caritative che collaborano col Banco Alimentare del Piemonte, che aiutano 107.469 persone bisognose sul territorio. A queste si aggiungono le quasi 400 Strutture del Banco Alimentare della Liguria che sostengono 58.859 poveri.

Il presidente del Banco Alimentare del Piemonte, Salvatore Collarino, spiega: «In un'emergenza che ha provato tante famiglie, la solidarietà è uno strumento fondamentale per sostenere le persone e aiutarle a guardare al futuro con speranza. Quello dei punti che si trasformano in kit alimentari è un'iniziativa concreta, che ci permette da una parte di incrementare la quantità di cibo raccolto, dall'altra di diffondere il valore del dono e il senso della condivisione, che sono parte integrante della nostra mission». Anche dalla Direzione Marketing Dimar (Azienda proprietaria dell’insegna “Mercatò”, ndr) viene confermato l’entusiasmo: «Siamo orgogliosi dei nostri clienti, che da sempre partecipano attivamente a tutte le iniziative sociali che proponiamo, dimostrando un’ampia sensibilità verso le emergenze del territorio».