Momento magico per Irina Daziano: argento in Coppa Italia e la Nazionale chiama

La giovane scalatrice dell'Inout Chiusa Pesio protagonista assoluta nel weekend a Prato

Irina Daziano (la prima a sinistra) sul podio

Nella seconda tappa della Coppa Italia di arrampicata Boulder è una super Irina Daziano quella che scala la parete del Crazy Center di Prato, in Toscana. La giovane stella chiusana dell’Inout Climbing (classe 2004) chiude con una prestazione poderosa alle spalle solo della ligure Camilla Moroni, del Kadoinkatena Genova. Un percorso di grande ascesa per Irina, che si era piazzata quinta alle qualificazioni e quarta in semifinale. Nella finalissima di domenica è riuscita a prendersi l’argento superando la coppia trentina Federica e Alessia Mabboni all'interno di una sfida entusiasmante che l’ha vista anche in lizza per l’oro.

Ma non è l’unica bella notizia della settimana: Irina ha ricevuto una doppia convocazione in Nazionale per la Coppa Europa Senior a Klagenfurt (Austria) e il Campionato Europeo giovanile a Perm (Russia). La prima tappa di Coppa Italia era andata in scena a Cuneo lo scorso 15 febbraio. Al “Big Up” si era imposta la “nostra” Giorgia Tesio, scalatrice monregalese del Centro Sportivo Esercito. Giorgia era ai blocchi di partenza anche lo scorso week end: in testa nelle qualificazioni ha poi perso terreno in semifinale (11° come risultato) senza raggiungere purtroppo la finalissima. In gara anche Marta Altare (Inout Chiusa Pesio) che non si è qualificata per le semifinali.  Nel maschile vince invece Michael Piccolruaz (Fiamme Oro Moena), terzo il cuneese Michele Bono (Big Up).