Allarme rosso per gli incendi boschivi, fuochi a San Michele e Villanova

Fiamme in quota oltre la Cava di San Michele, sul posto l'unità Dos dei Vigili del fuoco di Cuneo

Sono i giorni di massima pericolosità per gli incendi boschivi, e gli interventi per i "fuochi" si fanno intensi  nelle nostre zone. Questo pomeriggio (ore 16.35) è scattato l'allarme a San Michele Mondovì per l'incendio nei pressi della "Cava", in direzione Torre. Le fiamme si sono sprigionate in quota e sul posto è arrivato anche l'unità Dos (direttore operativo spegnimento) dei Vigili del fuoco di Cuneo per valutare la situazione. La zona è difficilmente raggiungibile. Ci sono anche in azione i Vigili del fuoco di Ceva e le squadre Aib.

Non è però purtroppo l'unico episodio: a Villanova, in località Garavagna, stanno operando i Vigili del fuoco di Mondovì. Qui la situazione è più agevole, ma l'intervento di spegnimento e messa in sicurezza a seguito dell'incendio di sterpaglie si sta protraendo già da un paio d'ore. Ricordiamo che la Regione Piemonte ha emesso l'ordinanza di divieto assoluto di abbruciamento su tutto il territorio fino a data da destinarsi. Un altro allarme per incendio boschivo è scattato, nel pomeriggio di oggi, a Belvedere Langhe.

«Era già diverso tempo – avverte la squadra Aib di Peveragno su Facebook – che non si aveva una situazione previsionale come questa, in cui gran parte del Piemonte è posto in zona di massimo rischio incendi boschivi dopo ormai 52 giorni senza precipitazioni considerevoli.  Raccomandiamo il rispetto della normativa che vieta l'accensione di fiamme libere e abbruciamenti sia per la legge contro l'inquinamento sia per la determina di alto rischio in vigore dal 26/03. In caso di fiamme o fumo contattare il NUE 112. La rapidità d'intervento è fondamentale».
Bollettino Arpa Piemonte