Garessio: vaccinata anche la popolazione tra i 70 e i 79 anni

Scende in campo anche il sindaco Ferruccio Fazio, medico, per l'occasione anche in veste di vaccinatore

Il sindaco Fazio durante le vaccinazioni

Giovedì 8 aprile, nei locali della Bocciofila debitamente attrezzati, 215 over settanta, tra garessini e priolesi, hanno ricevuto la prima dose di vaccino Astrazeneca; in pratica: la totalità degli iscritti al portale. “Un ottimo risultato - commenta il sindaco Ferruccio Fazio, medico per l’occasione anche in veste di vaccinatore -: la pressoché totalità degli over settanta, eccetto i pochissimi con patologie di tipo tumorale grave o trombotiche per cui non era consigliabile Astrazeneca, sono stati vaccinati. Entro il 24 o 25 aprile riceveranno la seconda dose”. “Questa sessione, successiva alle due organizzate in loco dall’Asl e dedicate agli ultra ottantenni (che hanno ricevuto anche la seconda dose) - continua Fazio -, é stata gestita dai medici di medicina generale con il supporto del Comune. Un numero così significativo di vaccini in una sola mattinata dimostra che, sapendosi organizzare in modo efficiente, la macchina funziona a dovere. Noi siamo pronti a proseguire, se possibile, secondo questa modalità, con riferimento alle ulteriori categorie così come indicate da Governo e Regione. A cominciare, presumibilmente, dagli over 60: appena iscritti al portale e con la disponibilità dei vaccini, organizzeremmo nuove sessioni. E così a seguire. L’obiettivo resta sempre lo stesso: la medicina territoriale, che si avvicina al paziente e non viceversa”. “Colgo l’occasione per ringraziare i medici di medicina generale Biondo, Dormetta, Paolini e Vezzoso, il dott. Sciandra, i volontari della Croce Bianca e della Protezione civile e un grazie particolare all’Opera Pia Garelli per il grande contributo offerto sia in termini amministrativi che operativi, mettendo a disposizione infermieri e oss senza la cui presenza non si sarebbe riusciti a organizzare il tutto”.