Nuova gestione per il cimitero di Dogliani e nuovo regolamento sui portantini

Il consigliere Bosio: «Il vecchio sistema prevedeva l’impiego di due diverse squadre di portantini ai funerali, ora ne basterà una sola, con un importante risparmio economico per i cittadini». Il servizio ora è affidato alla società "Heaven"

Negli ultimi mesi l'Amministrazione comunale di Dogliani, in collaborazione con l'Ufficio ragioneria e su iniziativa del consigliere Antonio Bosio, ha preso in esame la gestione del cimitero cittadino. Era infatti in scadenza l'appalto a suo tempo affidato a “Calso” e pertanto si è reso necessario trovare una nuova soluzione. Dogliani può vantare un cimitero di grande pregio architettonico e artistico grazie all’ingresso monumentale progettato dall’architetto Schellino, al tempo stesso però l’area, caratterizzata da una notevole superficie, presenta varie problematiche di gestione, non ultima quella legata ai costi, soprattutto per la posizione geografica tutt'altro che pianeggiante. Antonio Bosio, capogruppo di maggioranza in Consiglio, spiega: «Per un discorso di riorganizzazione economica abbiamo esaminato anche le tariffe mortuarie e la gestione dei portantini. Nel precedente affidamento a “Calso” venivano utilizzate due squadre diverse di portantini, una impiegata dall'impresa funebre e l'altra per l'ingresso della salma in cimitero. Siamo riusciti, con impegno e caparbietà, a trovare una soluzione che permetta l'utilizzo di una sola squadra, con un risparmio economico non da poco che ci ha dato la possibilità di razionalizzare tutte le altre tariffe cimiteriali aggiornandole ai costi-ricavi. Si tratta di una revisione necessaria e utile che, fatto importante, consente un risparmio per i cittadini rispetto alle precedenti tariffe. Il nuovo affidatario è la società “Heaven” di Gianfranco (Jerry) Bracco. Per rendere il cimitero sempre maggiormente curato e meglio accessibile – aggiunge Bosio – informiamo i cittadini che stiamo valutando la sostituzione delle siepi sempreverdi interne, le quali negli ultimi anni sono state aggredite da parassiti e dall’edera, in molti punti sono seccate o si sono estese troppo allargandosi e rendendo il passaggio troppo stretto. L’intervento potrà essere programmato a tappe, nelle varie zone, iniziando dall'entrata cimiteriale che è il punto di maggior passaggio. Il reimpianto non sarà immediato poiché il terreno avrà bisogno di riposo».

mondovì times square new york

LE BELLEZZE DI MONDOVÌ SUI MEGASCHERMI DI TIMES SQUARE A NEW YORK

L'Unione Monregalese ha fatto proiettare le bellezze di Mondovì in Times Square a New York: grazie a Pixel Star di TSX Ieri, mercoledì 21 febbraio, sui megaschermi di Times Square a News York, alle 17,15...
Pistoletto fondazione crc cuneo

Ezio Raviola nominato nel Consiglio di Compagnia Sanpaolo

Ezio Raviola, monregalese e attuale presidente della Fondazione CRC, va in Fondazione Compagnia Sanpaolo. È stato nominato oggi, giovedì 29 febbraio, nel consiglio generale della Fondazione torinese. Uno scenario che si incastra in un...

Nove anni di condanna a una ex dipendente della Coop di Mondovì: sottrasse 2,5...

Era stata una lavoratrice irreprensibile, almeno fino al 2020. Solo dopo, per la precisione ad ottobre, si è scoperto che aveva duplicato i libretti di deposito di alcuni soci prestatori della Coop di Mondovì,...

Nuovo defibrillatore: Farigliano vuole diventare territorio “cardio protetto”

Grazie alla donazione di un defibrillatore semiautomatico “Dae” da parte della famiglia di Aldo Vajra (noto viticoltore del territorio), l'Amministrazione comunale di Farigliano, nei giorni scorsi, ha installato una nuova postazione “salva vita” a...

Francesco e Ylenia, poliziotti insieme: «Abbiamo coronato il nostro sogno»

21 anni lei, di Villanova. 24 anni lui, di Rifreddo (Mondovì). A Roma nelle scorse settimane hanno coronato il loro sogno, insieme, superando il corso d’ammissione per entrare nella Polizia di Stato. Ylenia Aggeri...