Gioco d’azzardo: i lavoratori del settore scendono in piazza

Protesta a Torino, martedì 20 aprile, proprio mentre il Consiglio regionale torna in aula per discutere la nuova proposta di legge

As.tro e Sapar saranno a fianco degli imprenditori e dei lavoratori piemontesi del gioco legale, domani, martedì 20 aprile, dalle 9.30 davanti Palazzo Lascaris, per denunciare gli «effetti distorti prodotti dalla Legge regionale sul gioco» e chiedere un intervento urgente alle Istituzioni piemontesi, «con l'auspicio che il dibattito in seno al Consiglio regionale esca fuori dai binari del furore ideologico contro il gioco e si concentri sulla ricerca di una soluzione in grado di contemperare le esigenze di salvaguardia della salute pubblica con quelle di tutela dell'occupazione e della libertà economica». La manifestazione, che si terra a partire in coincidenza della seduta del Consiglio Regionale del Piemonte, «avrà come obiettivo principale quello di chiedere una modifica urgente della legge regionale del Piemonte nella parte in cui prevede l'applicazione retroattiva dei divieti all'offerta di gioco», si legge in una nota, e «rappresenterà – oggi più che mai - l'esempio di una categoria di imprenditori e lavoratori impegnata a difendere la legalità e il ruolo dello Stato nella distribuzione dei prodotti di gioco, ma anche l'emblema di una seria contrapposizione agli approcci proibizionisti che stanno avvantaggiando solo il business illegale, mentre costringono le piccole e medie aziende di gioco radicate sul territorio – quelle stesse che hanno fortemente creduto al processo di legalizzazione avviato nei primi anni 2000- a chiudere e a licenziare i propri dipendenti».

LEGGI ANCHE

Legge salva-slot: anche Fratelli d’Italia si smarca. La maggioranza regionale è divisa sul gioco d’azzardo

Scopri anche

Furti e truffe ad anziani, arrestata banda di “professionisti”. Hanno colpito anche nel monregalese

Erano veri professionisti dei furti in casa di anziani. Agivano in pochi minuti: uno si accertava che la casa fosse vuota, un altro faceva da palo e quindi il primo entrava e faceva "pulizia"....

Mondovì: si demolisce l’ex rifiuteria in piazzale “Ravanet”

Era, fino a oggi, uno degli angoli più squalificati della città di Mondovì. L’ex rifiuteria Acem abbandonata di piazzale Giardini, per tutti “piazzale Ravanet”, è un sito in completo degrado. Un anno e mezzo...

Incidente tra camioncino e auto a Frabosa: interviene l’elisoccorso

Incidente sulla Provinciale 237 a Frabosa Sottana, sulla strada che porta verso Prato Nevoso nella mattinata di oggi (lunedì 30 gennaio). Coinvolti un camioncino e un'auto, finiti fuori strada. È atterrato nel parcheggio della...

La cucina antispreco del CFP promossa da “Striscia la notizia”

La scorsa settimana l’inviato di “Striscia la notizia” Luca Gualtieri è stato al CFP Cebano-Monregalese di Mondovì per raccogliere una delle sue “ricette antispreco”. L'inviato di “Striscia”, noto per i suoi servizi contro gli...

Comizio Agrario: si dibatte sul tema della crisi climatica e del turismo invernale

Lunedì 30 gennaio, alle 17.30, presso la sede del Comizio Agrario in piazza Ellero sarà presentato il libro “Inverno liquido. La crisi climatica, le terre alte e la fine della stagione dello sci di...

Mondovì, lite tra pensionati nel parcheggio del supermercato: intervengono i Carabinieri

Ha colpito il contendente con una catena per chiudere la bicicletta, durante la lite scoppiata nel parcheggio del supermercato in via Cuneo a Mondovì, nei giorni scorsi. A seguire, dopo una segnalazione, è subito...