Il Puma completa una grande rimonta e si impone su Vallefoglia

Da 0-2 a 3-2, la Lpm Bam Mondovì sfodera una super prestazione nella seconda parte di gara e raggiunge momentaneamente Roma in vetta alla classifica

Penultimo impegno della "pool promozione", oggi pomeriggio al PalaManera, per la Lpm Bam Mondovì. Per continuare a sperare nell'aggancio al primo posto, il Puma deve obbligatoriamente fare tre punti contro la temibile Megabox Vallefoglia, nell'attesa delle ultime partite della capolista Roma, che giocherà soltanto però la prossima settimana.

Sestetto classico per la Lpm Bam, con Scola e Taborelli sulla diagonale, Tanase e Hardeman in banda, Molinaro e Mazzon al centro e De Nardi libero. Dall'altra parte della rete, Vallefoglia punta sui 208 centimetri di Kramer e sulle pericolosissime Bacchi e Pamio.

In avvio di primo set Vallefoglia sbaglia pochissimo in difesa e mette subito il naso avanti grazie a due staffilate di Pamio e Colzi, che portano al 3-6. Mondovì reagisce prontamente, recupera con Tanase e passa a condurre 11-9, grazie ad un pregevole ace della stessa attaccante monregalese. Le due squadre lottano colpo su colpo per qualche scambio e Hardeman mette giù il 13 pari, poi però Vallefoglia alza il ritmo e il muro di Colzi su Tanase permette alle ospiti di allungare sul 14-18. Delmati chiama il time-out e chiede alle sue una pronta reazione, ma due errori consecutivi in attacco di Taborelli lanciano Vallefoglia addirittura sul 14-20. Il Puma rialza la testa e torna in corsa 18-21 con Molinaro, ma ormai è troppo tardi. Le ospiti riescono a contenere il ritorno delle rossoblù e un nuovo errore in attacco di Taborelli porta al 20-25.

Il secondo game si apre con il mani-out di Taborelli che vale il 4-2 e con l'attacco di Hardeman, per il 6-4. Vallefoglia riprende a "martellare" e Colzi permette alle ospiti di tornare avanti, sull'8-10. Tanase urla e attacca con continuità cercando di tenere in corsa il Puma, ma Lucia Bacchi trova lo spiraglio giusto e firma l'11-15. Delmati chiama un time-out per spezzare il gioco e riordinare le idee ma il cambio di passo non arriva, così è Balboni a firmare (di seconda) il punto del 13-18. Midriano rileva Mazzon al centro, ma Vallefoglia resta al comando delle operazioni e Bertaiola ha gioco facile nel mettere a terra addirittura il 14-21. Il finale è tutto "in controllo" per le ospiti, fino al 19-25 di Pamio.

Sotto per 2-0 nel conto set, la Lpm Bam nel terzo game deve tentare il tutto per tutto per tornare in corsa e va subito avanti 12-7 con il bellissimo pallonetto lungolinea di Tanase e l'attacco successivo di Molinaro. L'ottimo momento monregalese prosegue e il Puma tiene la testa avanti sul 17-12, grazie a due colpi nel segno di Hardeman. Neanche l'ingresso di Dapic rivitalizza Vallefoglia e la Lpm Bam ormai è lanciata: una Taborelli in netta crescita fa 20-12, 21-13 e 24-13, prima del 25-14 messo a segno da Tanase.

Nelle fase iniziali del quarto set la Lpm Bam sembra finalmente ritrovato la giusta "cattiveria" e l'ace di Scola vale il 5-2. Il Puma mantiene altissima la concentrazione e un micidiale uno-due Mazzon-Molinaro porta al 10-5. La stessa Molinaro "mantiene le distanze" con il muro del 13-7, poi è Tanase a piazzare il 15-10 dopo un lunghissimo scambio. Taborelli rincara la dose e permette al Puma di allungare ancora 18-12. Vallefoglia va in apnea, così è ancora Taborelli a firmare il 14-22 con un gran ace e a replicare poco dopo, con il mani-out del 23-16. Il colpo del ko che prolunga ancora la sfida arriva sul 18-25, con l'attacco nel segno di Hardeman.

Al tie-break Mondovì parte fortissimo e il muro di Molinaro porta subito al 3-0, prima del 6-2 messo a segno da una scatenata Hardeman. Vallefoglia reagisce e torna a contatto con il tocco di seconda di Balboni (7-5), ma al cambio campo si va con la Lpm Bam in vantaggio sull'8-5 (pallonetto di Tanase). Il Puma è inarrestabile: Tanase piazza il 10-6 e Molinaro a muro fa 11-6. Sul finale, servizio out di Balboni per il 12-7 e muro di Mazzon per il 15-10.