Messa e concerto al Santuario, per celebrare Cesare Trombetta

Per i 450 anni dalla nascita del venerabile Cesare Trombetta, primo promotore della devozione mariana al Santuario. Per l'occasione si presenta una serie di iniziative, tra cui il restauro di un antico documento e una serie di eventi per il mese di settembre

Il 13 giugno, presso la Basilica di Vicoforte, si terrà una Messa Solenne, officiata dal vicario generale, don Flavio Begliatti, in onore dei 450 anni della nascita del venerabile Cesare Trombetta. Il sacerdote fu tra i protagonisti delle origini della devozione mariana al Pilone, dando un contributo decisivo alla nascita del Santuario, di cui fu anche il primo tesoriere. La messa sarà alle 16, seguirà un concerto per organo e tromba, tenuto da Mauro Maero e Marco Bellone. Sarà l'occasione per presentare una serie di eventi, organizzati dal Comitato costituitosi, che coinvolge l'Amministrazione del Santuario, il Comune di Vicoforte, L'International Inner Wheel - Club di Mondovì e la nostra testata. In occasione della ricorrenza della nascita di Trombetta si andrà a ripercorrere la storia dei primissimi anni della devozione, chiarendo alcuni aspetti rimasti finora piuttosto nebulosi e noti per lo più in base a leggende o voci prive di fondamento.

EPSON MFP image

La parte storica dell'iniziativa è a cura di Giancarlo Comino, autorevole studioso custode dell'archivio del Santuario, e Stefania Trombetta, vicese, ultima discendente della famiglia dello stesso venerabile Cesare Trombetta, restauratrice e ricercatrice appassionata di storia.

L’associazione Inner Wheel International - Club di Mondovì, presieduto da Maria Teresa Roberi Blengini, ha commissionato il restauro del “Libro delli conti del ricevuto et speso per la fabrica della Madona del pilone di Vico” il più antico documento disponibile relativo al Santuario di Vicoforte. Si tratta del registro amministrativo su cui Trombetta annotò tutte le donazioni pervenute e le relative spese, dal settembre 1594 al marzo 1596. Il documento è al centro di un’accurata ricerca storica, condotta da Stefania Trombetta e dal professor Giancarlo Comino, i cui risultati saranno presentati pubblicamente.

Il 18 settembre alle 9,15 si terrà una giornata di studi, intitolata «Alle origini del Santuario della Madonna del Pilone di Vico: nuovi dati dal “Libro delli conti” 1594/1595», nel corso del quale il professor Comino e Stefania Trombetta presenteranno i risultati dei loro recenti studi. Al convegno interverrà il professor Paolo Cozzo, docente di “Storia del cristianesimo e delle chiese” presso l’Università degli Studi di Torino, autore di numerosi saggi sulla devozione mariana ed in particolare sul Santuario di Vicoforte.

I contenuti dello studio saranno divulgati, a partire da settembre, in una serie di inserti storici, a cura de “L’Unione Monregalese”, con taglio divulgativo e appassionante. Il 16 ottobre alle 15,30 si terrà un evento di presentazione di questa iniziativa editoriale: sarà l’occasione per esplorare l’argomento in modo piacevole e istruttivo.

Il 6 novembre alle 9,30 la serie di eventi si concluderà con la presentazione di un volume dedicato ai “frati di buona vita” ovvero i “cistercensi foglianti”, la Congregazione monastica a cui Carlo Emanuele I affidò la cura del Santuario. L’evento è curato dal professor Giancarlo Comino che ha studiato la presenza degli stessi cistercensi nell’abbazia di Vico, collaborando al volume “I cistercensi foglianti in Piemonte tra chiostro e corte - secoli XVI-XIX” (Viella 2020), presentato nell’occasione.
Con l’eccezione del 13 giugno, tutti gli altri eventi si terranno presso Casa Regina Montis Regalis.

«È importante ricordare un sacerdote come Cesare Trombetta, che ha dato inizio e sviluppato la devozione alla Madonna Regina del Monte Regale, un riconoscimento che dobbiamo a una persona che ha contribuito in maniera straordinaria alla conoscenza del Santuario. Finora queste notizie erano molto carenti», commenta Francesco Tarò, Rettore del Santuario di Vicoforte.

«Come Inner Wheel International - Club di Mondovì siamo orgogliosi di presentare il restauro di questo documento fondamentale per la storia del Santuario di Vicoforte – dichiara la presidentessa dell’Inner Wheel, Maria Teresa Roberi Blengini –. Un’iniziativa che abbiamo voluto attuare in primis con l’obiettivo di valorizzare e promuovere un monumento straordinario del nostro territorio, e far conoscere la sua storia. È un’opera d’arte che merita di essere conosciuta da tutti».

«Come Amministrazione ci siamo subito entusiasmati di questo progetto che riscrive un po’ quello che sapevamo e ce lo fa riscoprire, un’iniziativa importante dal punto di vista storico e culturale per tutti noi, vicesi e monregalesi – dice Roberto Botto, vicesindaco di Vicoforte e assessore alle manifestazioni –. Il progetto è nato grazie all’impegno di Stefania Trombetta, Giancarlo Comino e dell’Associazione Inner Wheel, che si sono impegnati a riportare alla luce questo “Libro delli conti”, intorno a questo fulcro si sono sviluppati tutti gli eventi. Siamo riusciti a coinvolgere tanti Enti in un progetto ad ampio raggio. Noi del Comune ci abbiamo messo solo la faccia, il vero lavoro lo hanno fatto le persone che per prime ci hanno creduto. Noi abbiamo avuto il ruolo di supportarlo e speriamo che sia solo l’inizio: vorremmo proseguire con altre iniziative, magari divulgare questi contenuti nelle scuole».