MondoQui: «Da quattro anni aspettiamo che RFI ci rinnovi il comodato»

Quei locali li hanno praticamente riqualificati loro. Eppure, da quattro anni non li possono usare. Non hanno intenzioni polemiche: però, per MondoQui, quello che sta avvenendo è un problema. Il comodato con RFI che concedeva all'Associazione i locali dismessi della stazione ferroviaria è scaduto nel 2017.

Un disagio reale per un gruppo che, con precise finalità sociali legate all'integrazione all'abbattimento delle barriere culturali, negli anni ha contribuito a fare molto per l'area della stazione ferroviaria. Dando anche impulso all'iniziativa che poi ha portato alla riapertura del bar e alla nascita della Coop Franco Centro.

Il problema non riguarda i locali del bar, bensì quelli a uso dell'Associazione che si trovano al piano terra (ex sala d'attesa prima classe). E senza un contratto, l'Associazione si ritrova senza una "sede formale" in cui svolgere le attività. Dagli incontri culturali alle attività coi ragazzi come l'aiuto-compiti nelle vacanze estive. Giovedì 17 giugno l'Associazione lancia un "apericena di sensibilizzazione" al Caffè Sociale per parlare del problema.

Il contratto era un "sub-comodato": da RFI al Comune e dal Comune all'Associazione. RFI sul suo sito scrive : «Mettiamo a disposizione delle comunità locali, in comodato d'uso gratuito, stazioni e immobili non più funzionali all'ordinaria attività ferroviaria: per l'utilizzo a fini sociali, la riqualificazione del territorio e la creazione di valore condiviso». MondoQui negli anni intorno al 2012 si era così rivolta a RFI, coinvolgendo il Comune secondo la prassi richiesta dalle Ferrovie. «La sala Prima Classe e quella intitolata a Franco Centro, affacciata sulla piazza, sono servite per moltissime attività - spiegano dall'Associazione -: aggregazione giovanile, ballo, attività culturali e riunioni di ogni tipo, proiezioni di film, scuola di italiano, arabo, ebraico, inglese, sala studio, doposcuola e aiuto compiti...  L'Associazione è grata a RFI per aver messo a disposizione i locali ed al Comune per il suo fondamentale ruolo di garanzia. Il comodato è però scaduto nel 2017: da allora si sta lavorando per il rinnovo e, dopo una serie di incontri negli anni passati tra RFI, Fersevizi, Comune e MondoQui, si è ancora in attesa che il nuovo contratto venga firmato. Le cose si sono evolute dal 2017: la Sala Franco Centro non sarà più disponibile, perché utilizzata da RFI, ma l'ultima bozza prevede la cessione in comodato, insieme alla Sala Prima Classe, di due alloggi al piano superiore. In questo caso i lavori di ristrutturazione necessari per rendere gli spazi in regola con le normative di sicurezza sono cospicui e saranno in carico a MondoQui che li affronterà, come sempre, con il volontariato, la ricerca di fondi presso fondazioni e le collette tra soci e cittadini. Si è per questo richiesto un contratto decennale. I progetti per i lavori necessari e i preventivi per realizzarli sono già stati forniti da MondoQui a RFI e al Comune. Il mancato utilizzo dei locali della Stazione ha però impedito e impedisce a MondoQui di fare di più e meglio. I problemi della Stazione (che è tornato di moda denunciare e sottolineare) non sono colpa della presenza di MondoQui, ma forse della sua assenza forzata. Ecco alcune cose che non si sono potute fare in Stazione: il progetto Tela Mundi, scuola di sartoria, era stato concepito e finanziato nell'ambito di MondoQui per essere fatto in Stazione, ma le volontarie hanno dovuto affittare un locale a Piazza; l'estate scorsa le attività estive di aiuto compiti sono state fatte negli spazi all'aperto del Caffè Sociale, senza avere un riparo adeguato in caso di pioggia, quest'anno il problema si ripresenta e le attività si faranno nel chiostro di Carassone; i libri della Biblioteca Equilibri che sta nascendo in Stazione sono ancora nelle cassette da frutta, in attesa di poter essere disposti e messi in consultazione; in Stazione è ferma da tempo una saletta di registrazione musicale e le attività culturali e aggregative che si sarebbero potute fare e non si sono fatte sono tantissime. Per fare progetti di solito serve una sede, "a norma" e con un regolare contratto, in cui realizzare le attività, anche per questo il nuovo contratto di comodato è sempre più urgente. Per parlare di questi problemi e cercare insieme soluzioni (anche per quando gli alloggi si potranno utilizzare e serviranno fondi e braccia per risistemarli), MondoQui invita soci e simpatizzanti a riacComodiamoci, una apericena di sensibilizzazione al Caffè Sociale, giovedì 17 giugno alle ore 19,30. Partecipate numerosi!»

Musica, spettacoli, cinema all’aperto, circo, arte: a Mondovì un luglio pieno di cose da...

Abbiamo raccolto qui, in un'unica pagina, gli eventi in programma a luglio a Mondovì. Clicca su ogni articoli per i dettagli dell'evento: https://www.unionemonregalese.it/2024/06/17/a-luglio-tornano-doi-pass-a-breo/ https://www.unionemonregalese.it/2024/06/20/a-luglio-2024-torna-a-mondovi-piazza-di-circo-il-tendone-ai-ravanet/ https://www.unionemonregalese.it/2024/06/20/i-live-a-mondovicino-enrico-ruggeri-cristina-davena-fargetta-e-mirko-casadei/ https://www.unionemonregalese.it/2024/06/18/bye-bye-barocco-a-mondovi-a-luglio-arriva-andy-warhol/  

Pamparato: comincia il nuovo corso di Franco Borgna

È cominciato con il Consiglio di insediamento di ieri pomeriggio il secondo mandato di Franco Borgna alla guida di Pamparato. Franco Borgna ha indossato la fascia e prestato giuramento al cospetto dei...

Farigliano, insediato il nuovo Consiglio: Giachello e Bertone confermati in Giunta

Si è ufficialmente insediato il Consiglio comunale di Farigliano. La sera di giovedì 20 giugno, in municipio, alla presenza della nuova squadra al completo, il sindaco Ivano Airaldi (appena riconfermato alle urne), dopo il...

Ecco la Giunta Bailo: Luigi Vinai resta vicesindaco, Michela Tomatis assessore

Durante il primo Consiglio comunale, la sera di giovedì 20 giugno, si è insediata ufficialmente la nuova Amministrazione di Magliano Alpi, che sarà guidata per la quarta volta consecutiva dal confermato sindaco Marco Bailo. Davanti...

Roburent: Paolo Manera rassegna le dimissioni da presidente della Pro loco di San Giacomo

Paolo Manera, presidente della Pro loco di San Giacomo di Roburent, ha deciso di rassegnare le proprie dimissioni. Lo ha fatto con una lettera ai soci della Pro loco, passando in rassegna...

A Mondovì a luglio e agosto attivo il servizio di “Scuola Materna estiva”

Anche per il 2024 il Comune di Mondovì attiverà la Scuola Materna estiva, con l’obiettivo di soddisfare le esigenze delle famiglie con genitori entrambi lavoratori, assicurando così un accompagnamento educativo-assistenziale durante il periodo delle...