Vaccini, il Comitato tecnico scientifico: «Stop ad AstraZeneca per gli under 60»

Nella stessa fascia d’età seconda dose con Pfizer o Moderna. Il ministro Speranza: «Le indicazioni del Cts saranno tradotte dal governo in modo perentorio e non solo come raccomandazioni»

Vaccino AstraZeneca Piemonte

Somministrazione del vaccino di Astrazeneca solo per gli over 60 mentre chi ha meno di sessant'anni e ha già fatto una dose del siero a vettore virale farà la seconda con Pfizer o Moderna. E' questa l'indicazione contenuta nel parere del Comitato tecnico scientifico, nuovamente interpellato dopo i casi di trombosi emersi negli ultimi giorni. Ora la palla passa al ministro ministro della Salute Roberto Speranza che ha già anticipato in conferenza stampa: «Le indicazioni del Cts saranno tradotte dal governo in modo perentorio e non solo come raccomandazioni». Le Regioni e la struttura del commissario Francesco Paolo Figliuolo dovranno così riprogrammare il piano vaccinale.
Intanto il comitato per la sicurezza dell'Ema informa «che le persone che in precedenza hanno avuto la sindrome da aumentata permeabilità capillare non devono ricevere il vaccino con il siero di AstraZeneca». «La sindrome – spiega Ema – è una condizione molto rara e grave che causa perdita di liquidi dai piccoli vasi sanguigni (capillari), con conseguente gonfiore principalmente alle braccia e alle gambe, bassa pressione sanguigna, ispessimento del sangue e bassi livelli di albumina nel sangue».


VUOI ESSERE SEMPRE INFORMATO?
Sì, voglio le news gratis in tempo reale - ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM - CLICCA QUI