LA RUBRICA CHE ABBAIA – Le interviste: Nicola e Cody

A cura di GEA Odv

Nicola e Cody, ex ospite del Canile Rifugio 281 di San Michele
Nicola e Cody, ex ospite del Canile Rifugio 281 di San Michele

LA RUBRICA CHE ABBAIA

Nicola Virdis è un artista eclettico diventato noto al grande pubblico grazie alla partecipazione all’Italia’s Got Talent di Italia1. Un artista generoso che da quando ha conosciuto il nostro canile non manca mai di utilizzare la sua notorietà per aiutarci. Lo abbiamo intervistato.
Come e quando vi siete sentiti pronti ad adottare il vostro primo cane?
Quest’anno ho notato grazie a mia figlia i cani fuori da scuola delle mie figlie. Io ho subito detto “i cani non si comprano, ricordatelo”. Poi la frase è rimbombata dentro di me fino al desiderio di farlo davvero.
Avreste mai pensato che il vostro primo cane sarebbe stato un segugio adulto di 8 anni, di cui 6 vissuti in canile?
Siamo arrivati al Canile Rifugio 281 così fiduciosi e speranzosi ma senza aspettative, poi Estelo ci ha detto: vi presento Cody, perché desidero che vada via presto. Lui è arrivato con una flemma che mi ha subito colpito, è andato dritto da Sara come dicendo “Ehi tu ricordami dove ci siamo già visti”. Sapevamo che era lui, ci siamo incontrati e innamorati al momento giusto.
Si dicono molte cose dei segugi, ebbene voi ne avete uno, raccontaci.
Un segugio in casa, la tranquillità a 4 zampe. Abbaia solo se suonano al citofono, ronfa alla grande. Ha dettato i suoi ritmi, ci coccola e pian piano svela il suo carattere giocoso che fa veramente ridere. Fuori casa, naso per terra. E fosse per lui staresti in giro ore. Quel naso ti fa fermare tante volte, cambiare strada, ma soprattutto Cody è irresistibile per chiunque lo incontri, cani compresi. Risponde solo se un cane ringhia, non ha mai abbaiato per strada. Un conte!
Qual è la cosa che vi ha stupito di più di lui?
La sua voglia di conquistarsi un posto nella famiglia. Cody mi rispetta tanto, sono passati 5 mesi e con me gioca pochissimo. Come se mi dicesse “Ehi capo... controllavo le bambine e questa pallina. Ma sono qui eh”. Un grande!
E qual è la cosa che lo ha stupito di più nella sua nuova vita?
Che siamo reali. Che viviamo la casa, poi usciamo, torniamo e quando ci vede è festa.
Tu sei un artista che ha creato un personaggio che racconta con poetica ironia il proprio mondo. Il tuo modo di approcciarti alla vita ha influenzato la tua relazione con Cody?
La decisione di tenere un cane è mia, non lo abbiamo adottato per le bambine come mi hanno chiesto in tanti. L’ho fatto per me, avevo bisogno di ritornare bambino, e soprattutto di avere con me un cane che sa amare e Cody è un personaggione fantastico che regala emozioni e sorrisi tutti i giorni a tutte le ore. Anche se è un testardo... Ahaha...come il padrone!
Quali consigli dareste a chi vuole adottare un veterano del canile?
Veterano è bello, è adulto, è vissuto, ma vuole vivere emozioni forti. Ha ancora più bisogno di una figura al suo fianco e farà di tutto per ricompensarti anche se sai benissimo che non ce ne sarà bisogno. Vai in canile, sì. Tu che stai leggendo vai al Canile Rifugio 281 chiedi di un cane, non un cucciolo, e arriverà da te un amico bello come non mai!

LA RUBRICA CHE ABBAIA. Per Gea Odv - Andressa Amorin