Leonardo Viglione è campione italiano su strada Open a Chiusa Pesio

Il monregalese va in fuga ed è primo assoluto alla Certosa

Chiusa Pesio ha fatto da teatro, nel week end del 10-11 luglio, al Campionato nazionale su strada Open, organizzato alla grande dal Centro Coordinamento Ciclismo Cuneo, sotto l’egida dell’Acsi Ciclismo Piemonte, ma aperto a tutti gli Enti, compresa la FCI. Il sabato si sono svolte le gare delle categorie Gentleman 1 e 2, Supergentleman A e B, Donne A, B e C e Debuttanti, mentre la domenica quelle riservate agli under 50 con le due partenze degli Junior, Senior 1 e 2 e dei Veterani 1 e 2 richiamando centinaia di validi atleti da tutta Italia.

In quella dei più giovani, il monregalese Leonardo Viglione, di ritorno dalle vacanze in Trentino, assieme al capitano Bruno Sanetti e agli altri compagni di squadra della Sanetti Sport ha attaccato subito portando via il sestetto che è andato a giocarsi la corsa. È stata davvero una grande prestazione quella dei fuggitivi in testa, tutti molto quotati, che hanno coperto i 100 km di gara sugli otto giri del vallonato circuito di Combe a più di 40 km/h di media staccando di minuti il gruppo e andando a giocarsi in cinque la vittoria assoluta. Sull’arrivo spettacolare alla Certosa di Pesio il “Leopardo” monregalese, dopo lo strappo di San Bartolomeo, ha trovato ancora la forza e la grinta per partire in contropiede staccando gli avversari e lanciandosi in fuga solitaria nei km conclusivi di salita che lo hanno così incoronato Campione italiano Assoluto (e nei Senior 1) davanti al pluricampione strada Daniele Passi e Maurizio Anzalone. Quarto Bruno Sanetti. Il titolo nazionale ottenuto da Viglione ha regalato al monregalese la gioia di festeggiarlo, in casa, nella maniera più bella anche nella specialità su strada che ancora gli mancava dopo i nove consecutivi nelle Mediofondo, i tre nelle Cronometro e quello della Montagna.

I vincitori 

Tra gli Juniores stacca tutti Alessio Gasperin (Mentecorpo). Già detto di Viglione nell’S1 questi sono gli altri vincitori nelle varie categorie: Daniele Passi (S2), Giorgio Rapacioli (V2), Federico Vera (V1). Nelle gare di sabato il più veloce è stato Mirko Bruschi (Team Perino) davanti ad Alberto Guarnieri e Nicola Loda. Davide Bellato vince tra i Gentleman 2, Ezio Soro nei SuperGentleman A  e Alfio Maracani nei B. Nel femminile vincono Elisa Aime ed Elena Pancari. Lorenzo Giraudo il primo dei debuttanti.

«Perfetta sinergia»

«È stata una perfetta sinergia d’organizzazione con il Comune di Chiusa, il suo sindaco Claudio Baudino e le varie realtà locali: protezione civile, il vigile urbano e Tommaso Vigna dell’Albergo “Cannon d’oro”», commenta il patron della corsa Vittorio Bongiovanni. «Ringrazio anche l’Amministrazione e la Protezione civile di Beinette per il lavoro certosino e padre Daniele della Certosa che ha ospitato l’arrivo e messo a disposizione la stanza per l’antidoping.

FOTOSERVICE