Il clicker training

Il clicker training è un metodo per insegnare al nostro cane nuovi comandi utilizzando solo il rinforzo positivo

il clicker training

Il clicker training

Giocare con il proprio cane è fondamentale per il suo apprendimento e per il divertimento di entrambi, ma talvolta trecce e palline non bastano a stimolare le capacità cognitive dell’animale. È così che nasce il clicker training, ovvero un metodo per insegnare nuovi comandi utilizzando solo il rinforzo positivo. Scopriamo insieme di cosa si tratta.

Cos’è il rinforzo positivo?

Nel comportamentismo, ovvero quella branca della psicologia nata nel ‘900 che si occupa delle reazioni degli esseri viventi a uno stimolo, si distinguono due condizioni, negativa e positiva, a loro volta divise in rinforzo e punizione. Nell’addestramento degli animali viene generalmente consigliato il rinforzo positivo, ovvero aggiungere un elemento all’ambiente, come per esempio un gioco o del cibo, per comunicare, in questo caso al cane, che ciò che sta facendo è di nostro gradimento.

La punizione positiva invece serve a far capire che un determinato comportamento non ci piace affatto, inserendo un oggetto per limitare l’azione indesiderata. Per esempio, se il vostro amico a quattro zampe va ad abbaiare alla porta ogni qual volta si presenta una persona, è possibile installare un cancelletto per allontanarlo dall’ingresso di casa senza metterlo in castigo. Questo in particolare è un problema molto comune che si presenta per lo più nelle razze definite da guardia: provate a dare un’occhiata al sito Mitesoro per scoprire tutti i prodotti che potrebbero risolvere la situazione.

Il rinforzo negativo, ovvero sottrarre qualcosa all’ambiente, serve a comunicare che ciò che l’animale sta facendo è giusto: se non aggredisce più gli ospiti al suono del campanello, posso togliere la barriera per premiarlo. La punizione negativa si attua togliendo al cane ciò che a voi non piace: se sta rosicchiando delle pantofole, una buona idea è rimuovere tutte le scarpe dalla sua portata, affinché non possa ripetere più l’errore.

Il clicker

Si tratta di un particolare strumento, generalmente in plastica, dotato di un pulsante collegato a una molla interna in metallo che premendola provoca un suono neutro e secco, come uno schiocco. Il clicker sostituisce completamente la vostra voce, che talvolta può risultare agitata o troppo severa mandando in confusione il cane.

Si può adoperare per qualsiasi tipo di addestramento, a partire dalla costruzione di comportamenti, come “seduto”, “terra”, “rotola”, “orsetto”, a quelli più complessi, come imparare a discriminare gli oggetti, inserirli nei contenitori, oppure toccare dei target con una determinata parte del corpo.

Il cane vince sempre

Il clicker non è solo un modo per insegnare, poiché secondo il nuovo metodo di educazione cognitivo-zooantropologico può diventare un vero e proprio gioco, che stimola la vostra fantasia e migliora la percezione fisica e mentale del cane, basta che quest’ultimo sia sempre premiato a ogni segnale.

Come iniziare

La prima cosa da fare è associare il suono del clicker al premio, che sarà somministrato tutte le volte che lo strumento verrà premuto. Mettete a terra una decina di bocconcini ben distanziati tra loro e cliccate quando il cane ne prende uno, continuando fino a quando non saranno finiti. Se necessario, ripetete l’operazione per due o tre sessioni affinché possa imparare correttamente, inoltre, nel caso in cui il rumore fosse troppo forte, provate ad attutirlo con la manica della maglia oppure avvolgendo il clicker in un panno.

A questo punto provate a chiedere al cane qualcosa che sa già fare, come per esempio dare la zampa o un “seduto”, cliccate e premiate velocemente. Man a mano che il vostro compagno a quattro zampe capirà, è possibile insegnargli nuove cose, posizioni del corpo o azioni utilizzando i target, ovvero oggetti da toccare, prendere o spostare.

Shaping e Free shaping

Il clicker training si può svolgere in due modi differenti, a seconda delle abilità e competenze del cane. Lo shaping è una modalità di apprendimento per approssimazioni successive, ovvero impostando piccoli step alla volta, dando indicazioni al cane sull’obiettivo da raggiungere. È fondamentale eseguire l’operazione con gradualità e senza creare confusione, cliccando e premiando tutte le volte che il vostro amico effettua il comportamento giusto o si avvicina a quest’ultimo, anche se di poco. È possibile aiutarlo indicando l’oggetto da prendere, segnalandolo o conducendolo nel luogo stabilito con l’ausilio di un bocconcino.

Il free shaping, invece, è una tecnica molto particolare e intuitiva, poichè il cane ha la libertà di proporre tutto ciò che vuole, mettendo in moto la sua intelligenza fino a quando non avrà compreso ciò che abbiamo in mente. Il proprietario premia e rinforza i comportamenti che ritiene giusti soltanto cliccando al momento opportuno, fissando tutti i movimenti che portano alla costruzione dell’obiettivo finale. Tale metodo però, richiede una maggiore abilità sia da parte vostra sia del cane, il quale, sentendosi frustrato non riuscendo a comprendere ciò che gli state chiedendo, potrebbe non voler proseguire con il gioco.

Il clicker training


VUOI ESSERE SEMPRE INFORMATO?
Sì, voglio le news gratis in tempo reale - ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM - CLICCA QUI

mondovì times square new york

LE BELLEZZE DI MONDOVÌ SUI MEGASCHERMI DI TIMES SQUARE A NEW YORK

L'Unione Monregalese ha fatto proiettare le bellezze di Mondovì in Times Square a New York: grazie a Pixel Star di TSX Ieri, mercoledì 21 febbraio, sui megaschermi di Times Square a News York, alle 17,15...

NEVE – Aggiornamento sulle scuole: alcuni Comuni hanno scelto di chiudere

Domani, martedì 27 febbraio, ARPA Piemonte conferma allerta "gialla" per le nostre zone. Alcuni Comuni hanno scelto di chiudere le scuole: Pamparato: chiuse le Scuole Primarie e Secondarie di Serra Roburent: chiusa la Scuola dell'Infanzia Montaldo: chiusa...

Nevicata: intervento dei Vigili del fuoco ad Ormea per un pino in strada

Nel pomeriggio di oggi i volontari dei Vigili del Fuoco del distaccamento di Ormea sono intervenuti per tagliare un grosso pino che incombeva pericolosamente sulla strada statale in località Isola Perosa. La pianta, infatti,...

Tir di traverso, code ai Rocchini sulla SS 28

Con la nevicata in Valle Tanaro sono arrivati anche gli inevitabili disagi. Sulla Statale 28 all'altezza dei Rocchini, un Tir di traverso ha causato code e rallentamenti sulla stratta. Sul posto, a Ceva, le...

AGGIORNAMENTO METEO – A Mondovì martedì scuole aperte: la conferma del Comune

AGGIORNAMENTO ORE 17,30: martedì 27 febbraio SCUOLE APERTE  a Mondovì. Lo ha confermato poco fa il sindaco e presidente della Provincia Luca Robaldo. AGGIORNAMENTO ORE 14 Emesso il bollettino di allerta meteo di ARPA Piemonto per...
libro cura dono volontariato

“La cura del dono”: un libro donato a sua volta per sostenere le Associazioni...

È in distribuzione nelle librerie e presso alcune Associazioni di volontariato di Mondovì, il libro “La cura del dono”, scritto dalla 4ª A del Liceo Classico di Mondovì, edito da “Gli Spigolatori” e illustrato...