Covid: cosa dicono i dati del Piemonte di questa settimana

piemonte aggiornamento contagi

Le persone attualmente positive al Covid-19 in Piemonte sono tornate sopra quota mille (1008 secondo i dati di oggi, domenica 18 luglio, comunicati dall'Unità di crisi): a inizio luglio erano 700.

La media attuale di contagi settimanali è passata, in una settimana, da 246 a 469 (da 35 a 67 al giorno) e l'indice di contagio (ogni 100k abitanti) è salito, nello stesso periodo, da 5,7 a 10,9. L'indice Rt puntuale del Piemonte è a 0.99. L'incidenza in Granda è più che raddoppiata negli ultimi sette giorni.

Ma nello stesso periodo, il numero dei casi in ospedale non solo non è salito ma è sceso verso quote minime: siamo a meno di 50 ricoveri per Covid, di cui appena 3 in terapia intensiva in tutta la regione (il 1 luglio erano 156, di cui 11 in intensiva). I contagi delle ultime 24 ore sono 77.

Cosa significa tutto questo? È un chiaro segnale che il contagio sta ricominciando a diffondersi, ma che i sintomi peggiori (ovvero quelli che portano ai ricoveri) sono fortunatamente tenuti a bada, forse dalle temperature estive o forse proprio dai vaccini.

Ormai è evidente che il virus sta tornando, con diverse settimane di anticipo rispetto all'estate 2020: colpa delle varianti, ma anche degli evidenti allentamenti nelle norme di prevenzione. Gli assembramenti sono ovunque (non solo ai festeggiamenti per gli Europei), la mascherina si vede sempre più di rado sui volti delle persone, il concetto di distanziamento è completamente sparito.

Il problema sono i parametri: le "zone gialle" e "zone rosse" continuano (per ora) a essere fissate sulla base dell'andamento dei contagi, e non dei ricoveri. Se il Governo continua a mantenere questi criteri come cardine delle misure di contenimento, anche il Piemonte potrebbe trovarsi alle soglie della "zona gialla" fra 2-3 settimane.

«Dobbiamo cominciare a distinguere tra il contagiato e il malato in ospedale - ha detto due giorni fa l'assessore Icardi -: mercoledì, in Commissione Salute, uscirà un documento su cui le Regioni sono d'accordo, in cui chiederemo al Governo di togliere l'incidenza dei positivi dai parametri che muovono zone e colorazioni. Il rischio è di decidere delle chiusure per gente positiva a casa, quando il sistema sanitario è pienamente efficiente dobbiamo superare il parametro dei 50 contagiati ogni 100 mila abitanti».

Scopri anche

Su Italia Uno la cupola ellittica più grande del mondo: Giacobbo a Vicoforte

La cupola ellittica più grande del mondo è il focus del servizio che la trasmissione "Freedom" ha dedicato al Santuario di Vicoforte. Passando in rassegna le meraviglie architettoniche del paese (a cominciare dal Pantheon,...

“Simulata” alluvione in Val Tanaro: mega esercitazione di Protezione civile dei Carabinieri a Ceva...

È andata in scena ieri, martedì 21 marzo, una maxi esercitazione di Protezione civile dei Carabinieri a Ceva e Bagnasco: coinvolti oltre 100 carabinieri provenienti dal Piemonte e dalla Valle d’Aosta, oltre ad un...

FDI: “gazebo di ascolto” a Breo e incontri pubblici

Il Circolo di Mondovì di Fratelli d’Italia organizza una serie di gazebo in piazza, come punto di ascolto della popolazione e del territorio. Il primo appuntamento nella giornata di sabato 18 marzo, in corso...

Serata con la Lega per parlare di politiche europee e ritiro delle auto benzina...

Venerdì 24 marzo alle ore 20.30 presso sala “Scimè” la Lega della provincia di Cuneo organizza una serata sul tema delle politiche europee con la partecipazione del segretario provinciale sen. Giorgio Maria Bergesio e...

Frabosa Sottana: incontro in Comune sulla raccolta rifiuti

Mercoledì 29 marzo alle ore 21, presso la sala consiliare di Frabosa Sottana, si terrà un incontro informativo convocato dal Comune, finalizzato a spiegare i cambiamenti che interesseranno nel prossimo futuro la raccolta dei...
rifiuti mondovì 2020 nuova tariffa

Mondovì, come cambierà la raccolta rifiuti. La differenziata è al 76%, statica da anni

Perché la raccolta differenziata a Mondovì non cresce più? È da anni che il dato della città si attesta sempre attorno al 75%, poco sopra o poco sotto. Intendiamoci: in una fase storica in...