Il “triciclo digitale” nato a Mondovì presentato alla Milano Design Week

Un po’ videogioco, un po’ sport, un po’ educational: “Flurry” è un progetto originale, curioso e a modo suo parecchio innovativo. Tecnologia da videogame ma con un’applicazione pedagogica. È il triciclo digitale nato a Mondovì, progettato da un team il cui editor dei contenuti è la monregalese Barbara Franco (ideatrice della collana educativa “Quid+”), che è stato presentato alla Milano Design Week.

“Flurry” è un progetto all’avanguardia che porta per la prima volta nel mondo del giocattolo la possibilità di utilizzare un vero e proprio triciclo in uno spazio chiuso. Non solo nella casa, ma anche in ambienti dove il movimento diventa una necessità e uno strumento di riabilitazione. “Flurry” infatti è un triciclo, fissato a terra di fronte allo schermo di un tablet, in cui la pedalata, lo sterzo ed il campanello, si trasformano nei comandi che servono per interagire nel videogioco. I giochi sono molteplici ma tutti sono ambientati nel contesto naturale e all’aperto: questo permette di sviluppare nei più piccoli la conoscenza degli elementi naturali ma anche il rispetto per la natura e il mondo circostante. Barbara Franco, “editor” dei contenuti digitali del progetto, ha portato avanti gli sviluppi sia nella parte relativa alle competenze psicopedagogiche e neuro-psicomotriciste dei bambini, che negli aspetti meccanici, elettronici, artistici, musicali e tecnologici-digitali.

«L’obiettivo – spiegano i realizzatori – è quello di proporre un gioco educativo ed interattivo digitale volto a stimolare il movimento fisico e il coordinamento motorio dei bambini. Con “Flurry” e il suo gioco digitale, i bambini avranno la possibilità non solo di fare allenamento motorio, ma anche di oltrepassare le mura che li circondano andando ad esplorare nuovi mondi immaginari». L’attività di testing del triciclo che si è tenuta nel mese di febbraio a Mondovì, ha coinvolto 12 bambini tra i 3 ed i 6 anni, che hanno avuto l’occasione di giocare e divertirsi. Nello stesso tempo ha consentito ai professionisti di migliorare alcuni aspetti del triciclo sia meccanici, che di interazione e giocabilità. Ora il prototipo è in una fase avanzata di progettazione: martedì 7 settembre è stato presentato alla Milano Design Week all’interno della “Casa del PresenteFuturo”. A “Flurry” ha lavorato l’azienda Italtrike, che da anni idea, progetta e realizza cavalcabili e tricicli per bambini 100% Made in Italy.