A Ceva la “Mostra del fungo”: un’edizione che sa di normalità

Nel fine settimana una rassegna con tanti eventi a cura di Gruppo micologico e Comune. Esposizione sotto i portici di via Marenco. Accesso a piazza Vittorio Emanuele con green pass

Mostra del fungo Ceva

Tutto pronto a Ceva per la 60ª “Mostra del fungo”, in programma fine settimana. Il programma è molto ricco, sia per quanto riguarda la parte scientifica curata dal Gruppo micologico che per l’intrattenimento organizzato dal Comune. «Siamo giunti alla 60ª edizione – spiega la neo-assessore alle Manifestazioni, Isabella Avoledo – e, nonostante il difficile periodo che stiamo vivendo, vogliamo assicurarci di fare il miglior lavoro possibile con la sua organizzazione. La mia prima esperienza si sta rivelando impegnativa, ma non priva di soddisfazioni. La “Mostra del fungo” è certamente un evento chiave per la città e stiamo dando il massimo perché sia all’altezza delle aspettative. Il particolare periodo in cui mi sono trovata a lavorare non rende certamente le cose facili ed è per questo che ringrazio molto tutti coloro che mi hanno affiancata e che continuano a farlo. Nell’ambito della manifestazione saranno adottate e rispettate le vigenti disposizioni anti Covid-19. L’accesso a piazza Vittorio Emanuele II, in occasione di tutti gli eventi in programma, è subordinato al possesso del green pass. Il personale incaricato effettuerà appositi controlli agli accessi».

LA MOSTRA - Sabato 18 e domenica 19 settembre, sotto i portici medievali, esposizione di funghi freschi classificati scientificamente. Nella restante parte della strada, sempre a cura del Gruppo, esposizione di essenze arboree con Ciano Giachello, Aldo Bernelli e Germano Berutti, e mostra di piante ed erbe commestibili (e non) con Giordano Sciarra e la figlia Maritza. Sarà presente lo stand informativo e didattico del Gruppo micologico, con materiale e libri ed il piatto 2021 disegnato da Maurizio Galliano con il “Rubroboletus Dupainii”.

Nel pomeriggio di sabato, dalle 14,30 alle 19, e la domenica, dalle 10 alle 19, possibilità di visitare gratuitamente il giardino botanico del costituendo “Museo del fungo” nell’ex-Convento dei Cappuccini. Domenica 19 settembre, alle 11, cerimonia di premiazione dell’ottava edizione del Premio letterario internazionale “Marchesato di Ceva”, a cura del Comitato culturale “La Superba”, nel giardino botanico. Sempre nel giardino, alle 17 di domenica, conferenza a cura del Gruppo micologico (ingresso libero) dal titolo “Licheni: il felice abbraccio tra un’alga e un fungo. Cosa sono, dove vivono e come possono aiutarci a misurare la qualità ambientale dell’aria che respiriamo”. Relatore: Erika Chiecchio, dottore naturalista, istruttore tecnico dell’Ente Aree Protette Alpi Marittime e assessore all’ambiente del Comune di Mondovì. A fine mattinata e nel pomeriggio della domenica sarà presente una troupe di Telecupole.

EVENTI COLLATERALI E GASTRONOMIA CON I RAVIOLI AL FUNGO CEBANO – Sabato, nel pomeriggio, in piazza del Municipio sono previsti due laboratori: “I segreti di chef”, a cura di Paolo Pavarino, e “Mani in pasta”, laboratorio di gioco e cucina per bambini e famiglie (su prenotazione al numero 0174 330976). Continueranno, poi, le visite guidate al centro storico.

Dopo l’inaugurazione di sabato, si svolgerà uno spettacolo di danza della Scuola di ballo “El Fuego Latino”. In piazza Gandolfi apriranno, invece, gli stand gastronomici a cura di Pro loco e Sci Club: grandi protagonisti i ravioli al fungo cebano. Sabato sera, alle 21, spettacolo “Naufragata”, a cura del “Circo Zoè”. La domenica apre alle 8 il mercato nazionale del fungo e dei prodotti tipici. Alle 9,30, passeggiata in collaborazione con il Parco Alpi Marittime (su prenotazione allo 0174 330976). Dalle ore 11 alle 18, presso il Campanone di Ceva, visita guidata a cura del Cai Giovanile.

Sempre domenica, oltre agli stand gastronomici in piazza Gandolfi, ecco altri punti dove si potranno degustare prodotti tipici: in corso Garibaldi la polenta saracena, a cura della Pro loco di Priola; presso la sede dell’Ama Brenta, la polenta con funghi.

Infine, domenica, alle 16, spettacolo della Scuola di danza “Doppie Punte” in collaborazione con l’Istituto musicale di Ceva, e, alle 17,30, concerto con la Banda musicale cittadina “Adriano Bersone Masenti”.

 


VUOI ESSERE SEMPRE INFORMATO?
Sì, voglio le news gratis in tempo reale - ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM - CLICCA QUI