Il plauso di Elio e le Storie Tese al piccolo Riccardo

Lui è Riccardo Mercenati, ha 10 anni e fin alla più tenera età è un grandissimo appassionato di musica. Suona, canta, non si ferma mai. E anche se chi conosce Riki (o la mamma e il papà, Valeria e Fabrizio) sa benissimo quale sia la sua storia, ogni volta che lo si ascolta si resta sbigottiti nel ricordarsi una cosa: è cieco dalla nascita. Per Riccardo la musica è "un affare di famiglia" grazie al nonno Attilio Ferrua, noto musicista monregalese, chitarrista e leader dei Sixties Graffiti e degli Akoostic Trio, e da zio Marco, bassista.

L'ultima passione musicale di Riccardo è da palati raffinati... anche se, verrebbe da dire, non proprio di quelle che si farebbero suonare al saggio di Natale. Riccardo infatti ha avvicinato le canzoni di Elio e le Storie Tese, toste, irriverenti, corrosive. Proprio una di queste, "John Holmes", ha imparato a suonare e cantare da solo, in una performance acustica solitaria di grande energia. Ripresa in un video, la canzone ha meritato il plauso e la ricondivisione addirittura degli stessi autori: il profillo ufficiale di Elio e le Storie Tese ha rilanciato il pezzo con il commento: «Riceviamo ed entusiasticamente pubblichiamo! Riccardo, sei un grande!». E hanno ragione.