Battaglia a Montecchio, il Puma vince soffrendo all’esordio: 3-2

Nella prima giornata di serie A2, la giovanissima formazione veneta parte fortissimo, poi la Lpm Bam Mondovì cambia marcia, recupera lo svantaggio e si impone con una grande prova al tie-break

Dopo quasi due ore e mezza di gara ad altissima intensità, la Lpm Bam Mondovì inizia il suo cammino in serie A2 con una vittoria al tie-break, nella tana di Montecchio. Le rossoblù di Solforati partono con il freno a mano tirato, vanno in svantaggio 1-0 e 2-1, ma reagiscono alla grande sul finale di quarto set e piazzano la zampata decisiva al termine di un tie-break convincente. Ottime prove per Populini in banda, per Molinaro al centro e per Trevisan che si rivela un jolly prezioso da utilizzare anche in ruoli diversi, a gara in corso. Non convincono pienamente l'opposto Veronica Taborelli e la banda Hardeman.

La Lpm Bam Mondovì saluta l'inizio della sua sesta stagione consecutiva in serie A2 con l'esordio in campionato a Montecchio, contro la Sorelle Ramonda, squadra giovanissima con tanta grinta ed entusiasmo, assolutamente da prendere con le molle e autentica "bestia nera" per le monregalesi negli ultimi anni. Per la trasferta in terra veneta al Pala Collodi, il nuovo coach Bibo Solforati, chiamato in estate a raccogliere l'eredità di Davide Delmati, presenta dal primo minuto capitan Cumino in palleggio con Taborelli opposta, la confermata Hardeman in coppia con Populini in banda, Molinaro (altra conferma) e Mila Montani al centro e il super libero Bisconti a blindare la seconda linea.

Dall'altra parte della rete, Montecchio appare già in emergenza, a causa del l'inatteso forfait della americana Haggerty, che ha annunciato il ritiro dal volley giocato pochi giorni prima dell'avvio del torneo, a soli 23 anni, a causa di un problema fisico. Coach Amadio punta forte allora sull'opposta Giorgia Mazzon (sorella della ex pumina Alessia) e sugli attacchi della stella Fiorio e del talentino Magazza dalla banda.

Nel primo set parte bene proprio Montecchio, con il diagonale di Fiorio per il 5-3; poi è Taborelli a firmare l'aggancio, prima del sorpasso di Populini, sul 5-6. La situazione resta in equilibrio per qualche scambio: Populini e Montani attaccano con efficacia, ma Fiorio e Brandi non sono da meno. A questo punto le locali allungano e vanno 14-10, con il mani-out di Mazzon e il muro di Meli su Hardeman, mentre Solforati è costretto a chiamare il primo time out. Mondovì va in affanno in attacco, Montecchio invece cresce in difesa e resta lucido anche sui palloni difficili, così ancora Mazzon sigla il 16-10. La ex Trevisan rileva Hardeman in banda, ma il trend non si interrompe e le padrone di casa restano al comando 18-12. Populini prova ad alzare l'asticella e Taborelli ricuce lo svantaggio fino al 18-16, il pallonetto di Fiorio però riporta Montecchio a +4, 20-16. Il Puma non si arrende e torna ancora sotto, sul 21-19 con Montani. Sul finale comunque Mazzon tiene le avversarie lontane e piazza il 23-19 e il 25-20 che valgono il momentaneo vantaggio.

La seconda frazione si apre con Hardeman nuovamente in campo dall'inizio e la Lpm Bam sembra poter cambiare marcia, andando subito 5-8 con la fast di Molinaro. Montecchio difende tutto e le azioni si allungano, Populini tiene le rossoblù avanti sul 9-12. Il +3 resiste, il muro Hardeman-Molinaro sbarra la strada a Fiorio e porta al 13-16, poi il Puma allunga addirittura 14-20, grazie ad un paio di incursioni vincenti di Taborelli e al nuovo ace di Molinaro, mentre Trevisan sostituisce nuovamente una Hardeman alle prese con un problema al gomito. Il 15-22 e il 17-23 di Populini spianano la strada al 19-25 finale (errore al servizio di Montecchio).

Nel terzo set si sblocca Hardeman e Mondovì va 4-6, proprio con un muro vincente della sua americana, Magazza però risponde prontamente e pareggia sul 6-6. Le monregalesi pagano alcune imprecisioni di troppo al servizio, così Montecchio ribalta tutto e va avanti 10-8, sulla spinta offensiva della stessa ispirata Magazza (intanto abbandona il campo per infortunio la palleggiatrice titolare locale Bortoli). Hardeman in difficoltà fisica lascia ancora spazio a Trevisan, poi è Molinaro a firmare il nuovo aggancio sul 13 pari. Si lotta punto a punto per qualche scambio e Mondovì regge fino al 17-17. A questo punto, lo sprint bruciante di Montecchio sorprende le rossoblù e permette alle locali di allungare addirittura 21-17, grazie all'esperienza di Fiorio, che si carica sulle spalle il peso dell'attacco. Hardeman torna in campo nel tentativo di invertire la rotta, ma è ancora una incontenibile Fiorio a mettere a terra il 23-19. Il 24-20 di Meli precede di poco il conclusivo 25-21 su errore al servizio della stessa Hardeman.

Costretta ad inseguire, la Lpm Bam si presenta sul taraflex per il quarto set determinata a non sfigurare, ma i troppi errori al servizio in avvio portano Montecchio al 6-4. Mondovì fatica a cambiare ritmo e il gioco non convince, mentre il sestetto di casa non sbaglia niente in ricezione e riparte con "cattiveria", portandosi sul 12-9 (intanto lascia il campo Mazzon, anche lei alle prese con un fastidio fisico). Solforati sa di dover cambiare per forza qualcosa per evitare un ko quantomeno inatteso e inserisce nuovamente Trevisan, questa volta per Taborelli, come opposta. Il cambio sembra portare i frutti sperati e il pallonetto di Hardeman ristabilisce la perfetta parità (13-13), prima del sorpasso firmato Populini, con l'ace del 13-14. L'illusione dura appena una manciata di secondi, perché subito dopo Hardeman spara sul muro e Magazza riporta Montecchio a +2, sul 16-14. La stessa Hardeman è brava comunque a riportare subito il Puma avanti 17-18, poi si torna a lottare punto su punto, fino al 22 pari. Nelle battute conclusive l'ace di Trevisan porta al 22-23 e la fast di Montani vale il 23-24, poi la risolve Populini con l'ace del 23-25, prolungando la sfida.

Al tie-break resta in campo Trevisan come opposta per Taborelli. Populini porta avanti il Puma 2-4, con due colpi nel segno in rapida successione e firma anche l'ace del 3-6. Montecchio però non molla e, con un colpo di reni, torna sul 6 pari. Il muro di Hardeman ristabilisce il +2 e consente il cambio campo sul 6-8. L'errore in attacco di Bianchi porta il Puma sul 7-10 e poco dopo è Molinaro a mettere a segno la fast dell'8-11. Sul finale, mani-out di Populini per l'8-13, muro dell'8-14 di Molinaro e ancora Populini fissa il 9-15 che vale i due punti.

IPAG SORELLE RAMONDA MONTECCHIO - LPM BAM MONDOVI' 2-3 (25-20; 19-25; 25-21; 23-25; 9-15)
IPAG SORELLE RAMONDA MONTECCHIO: Magazza 13, Brandi 1, Mazzon 9, Fiorio 26, Meli 10, Bortoli 2, Mistretta (L), Orlandi 4, Frigerio 2, Bartolucci 1. Non entrate: Muraro. All. Amadio.
LPM BAM MONDOVI': Populini 26, Montani 11, Cumino, Hardeman 15, Molinaro 15, Taborelli 9, Bisconti (L), Trevisan 4, Giubilato, Pasquino. Non entrate: Bonifacio, Ferrarini. All. Solforati.
ARBITRI: Licchelli, Kronaj. NOTE - Durata set: 25', 25', 28', 29', 17'; Tot: 124'.