EVENTO – «Santuario di Vico, una storia da riscrivere»: la presentazione degli inserti

Chi non ha mai sfogliato gli inserti storici del ciclo “Santuario di Vico - Una storia da riscrivere” potrà incuriosirsi, apprenderne per sommi capi il contenuto e avvicinarsi a questa iniziativa editoriale. Chi invece li ha letti e magari si è appassionato potrà venire per soddisfare le proprie curiosità e scoprire immagini, documenti, altre notizie: sabato 16 ottobre (ore 15,30) tutti sono invitati a partecipare a «Testimonianze di una devozione stupenda e inaudita», la presentazione dell’iniziativa editoriale pubblicata da “L’Unione Monregalese” a partire dall’8 settembre.

LEGGI ANCHE - Dal diario dei conti mai esaminato prima emerge la vera storia del Santuario di Vico

Un evento divulgativo ed intrigante, che vedrà gli autori e curatori delle pubblicazioni, Comino e Trombetta, presentare il contenuto degli inserti, con la proiezione di contributi audio e video. Stefania Trombetta, restauratrice, appassionata di storia e ultima discendente della famiglia del venerabile Cesare Trombetta, si è messa sulle tracce del suo avo: a partire dalle note del “Libro delli conti del ricevuto et speso per la fabrica della Madona del pilone di Vico” redatto dallo stesso Cesare Trombetta primo tesoriere dell’impresa, ha ricostruito con una puntualità e una precisione prima impossibili le vicende dei primi anni della devozione mariana intorno al pilone, e in particolare ha potuto descrivere con maggiore chiarezza il diffondersi della fama nel corso del 1595 e il flusso di pellegrini e confraternite che si sono mosse arrivando da tutto il nord Italia e anche da Oltralpe.

I CAPITOLI  USCITI FINO A OGGI

Supervisore e collaboratore in questa ricerca è stato lo storico Giancarlo Comino, affermato studioso, custode dell’archivio del Santuario. Entrambi saranno presenti a Casa Regina Montis Regalis, per illustrare i contenuti dell’iniziativa e rispondere alle curiosità del pubblico. L’evento sarà moderato da Paolo Roggero, curatore insieme a Stefania Trombetta degli inserti su “L’Unione Monregalese”. Interverranno anche Nicola Duberti e Marika Mangini, nell’interpretazione di alcuni brani significativi dai documenti dell’epoca, per momenti tra teatro e letteratura.

Parole, insomma, ma soprattutto immagini: fotografie, video dei reperti e dei documenti originali consultati per realizzare gli inserti. Sarà possibile vedere le sale del Museo “Ghislieri” chiuso ormai da decenni, che custodisce i memorabilia della storia del Santuario. Sarà possibile vedere i documenti dell’archivio, le immagini degli oggetti in qualche modo legati a questa storia (come ad esempio la cartella che raccoglie i progetti mai realizzati del Santuario di Vicoforte, custoditi alla Biblioteca Nazionale di Torino).

L’evento inizierà alle 15.30 presso l’aula Bona a Casa Regina Montis Regalis. In ottemperanza alle disposizioni governative è necessario avere il green pass per accedervi. La prenotazione non è obbligatoria ma è consigliata (chiamando lo 0174 552900 oppure scrivendo a segreteria@unionemonregalese.it). Il pomeriggio si concluderà con un rinfresco.

L’iniziativa è il terzo appuntamento del ciclo dedicato ai 450anni dalla nascita di Cesare Trombetta. Il Comitato organizzatore, che riunisce l’Amministrazione del Santuario, il Comune di Vicoforte, L’Unione Monregalese, l’Inner Wheel monregalese, ha preparato un carnet di quattro appuntamenti: Messa in Basilica e il concerto di organo e tromba a giugno, il convegno storico che si è tenuto il 18 settembre, e la presentazione del libro dedicato ai Cistercensi Foglianti, in uscita presso Viella, che sarà curata dallo storico Giancarlo Comino, uno dei contributori del volume.