Un Puma da applausi, Mondovì supera Vicenza in soli tre set

Prestazione molto convincente per la Lpm Bam, che si impone anche in trasferta trascinata dalle incontenibili Montani e Populini

Seconda trasferta stagionale per la Lpm Bam Mondovì, che nell'anticipo della quarta giornata di serie A2, sabato 30 ottobre, affronta la neopromossa Anthea Vicenza. Dopo l'ottima prestazione della settimana scorsa contro Catania, il Puma è chiamato a proseguire la striscia vincente, per restare fin da subito agganciato alle primissime posizioni di classifica nel girone B.

Coach Bibo Solforati presenta sul taraflex del Palasport vicentino la miglior formazione possibile, con bomber Taborelli e capitan Cumino sulla diagonale, Hardeman e Populini in banda, Molinaro e Montani al centro e Bisconti libero. Dall'altra parte della rete, l'ex Filottrano Luca Chiappini si affida al libero Norgini (ex Talmassons e Baronissi) e alle bordate dell'opposto Errichiello e della banda croata Pavicic, ben imbeccate in cabina di regia dalla "fantasista" italo-nigeriana Eze Blessing Chidera, giovanissima emergente classe 2003, pezzo pregiato del vivaio deluxe di Conegliano.

Nel primo set, la sfida si apre con il pallonetto di Populini per il 4-6. Vicenza reagisce, recupera e passa avanti 8-7 con Errichiello, prima di andare sul +2, grazie all'attacco di Rossini che vale l'11-9. Il vantaggio dura poco, perché Taborelli forza al servizio e la fast di Montani riporta tutto in parità sul 12-12. Si lotta punto a punto: una Populini decisamente efficace firma il 15 pari e Taborelli fa 17-17. Sul finale, l'equilibrio di rompe con lo show di Taborelli, che mette in fila due ace consecutivi e un attacco nel segno (19-23) e spiana la strada al colpo del ko di Populini, per il 21-25.

La seconda frazione vede Mondovì subito avanti. Populini in pipe mette giù l'1-5, poi Vicenza ricuce parte del gap e l'attacco di Rossini riporta le locali a contatto, sul 4-6. Il Puma non abbassa il ritmo, anzi i muri di Molinaro e Hardeman e l'ace di Populini ristabiliscono prontamente le distanze, portando anche al massimo vantaggio, addirittura sul 7-15, con un break prolungato. Le monregalesi a questo punto giocano sul velluto, mentre Vicenza va in grossa difficoltà in ricezione e affonda. Il muro rossoblù è impenetrabile, così Montani fissa l'8-18. Fase finale in controllo per le ospiti. Vicenza recupera un paio di lunghezze, ma il divario ormai è troppo ampio. La stessa Montani fa 11-22 e la neoentrata Bonifacio festeggia il suo primo punto dell'incontro, con il 13-25 conclusivo.

In avvio di terzo game Vicenza torna a farsi vedere e va avanti 7-4, con Pavicic. A rimettere le cose a posto ci pensa subito Populini, implacabile nel piazzare a terra due ace consecutivi, che valgono il ritrovato pareggio sull'8-8. Il mini-break successivo porta Mondovì sul +3, con il muro di Molinaro per il 9-12, mentre Trevisan rileva una Hardeman poco incisiva. Vicenza difende con grinta, ma commette numerosi errori al servizio e in fase di costruzione di gioco, così Mondovì resta avanti e può allungare indisturbata, fino all'11-21 (a segno Populini, Taborelli e Montani a ripetizione). Si uniscono alla festa anche Ferrarini e Giubilato. Vicenza non riesce più ad incidere in attacco, così ancora una Montani incontenibile firma un eloquente 13-23, antipasto del definitivo 15-25 che arriva con un bagher fuori asta delle locali.

ANTHEA VICENZA - LPM BAM MONDOVI' 0-3 (21-25 13-25 15-25)

ANTHEA VICENZA: Rossini 9, Cheli 7, Eze Blessing 1, Pavicic 4, Piacentini 6, Errichiello 8, Norgini (L), Caimi, Lodi. Non entrate: Fiore, Nardelli, Pegoraro, Furlan (L). All. Chiappini.

LPM BAM MONDOVI': Populini 17, Molinaro 7, Taborelli 10, Hardeman 4, Montani 13, Cumino, Bisconti (L), Bonifacio 1, Trevisan, Giubilato, Ferrarini, Pasquino. All. Solforati.

ARBITRI: Traversa, Serafin. NOTE - Durata set: 26', 20', 23'; Tot: 69'.