Bruno Tabacci e Silvia Merlo ai “Dialoghi Eula” 2021

Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio completa il programma del festival villanovese sulla “buona politica”, insieme all’imprenditrice Silvia Merlo e al fisico e climatologo Claudio Cassardo

Un’esperienza politica di lungo corso iniziata tra gli anni Settanta e Ottanta nelle file dell’allora Democrazia Cristiana: dapprima il consiglio comunale a Mantova e in alcuni centri limitrofi, poi l’approdo in Regione Lombardia (1985) con la relativa presidenza (1987-1989), quindi un nutrito percorso parlamentare culminato pochi mesi fa con la nomina a sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega alla programmazione e al coordinamento della politica economica. Per Bruno Tabacci, un profilo istituzionale di alto livello perfettamente in linea con i “Dialoghi Eula” e la loro filosofia di approfondimento e dibattito. E sarà proprio lui, non a caso, ad intervenire sabato 13 novembre 2021 all’ottava edizione del festival villanovese della buona politica (in programma dalle ore 9.00 nell’antica chiesa di Santa Caterina, nel borgo medievale di Villavecchia), per uno specifico focus sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), l’ormai noto Recovery Plan sulla cui gestione il premier Draghi ha deciso di affidarsi all’esperienza, al carisma ed alle doti da mediatore di Tabacci. Una tematica, quella dell’uscita dall’emergenza, divenuta imprescindibile per una manifestazione che, quest’anno, ha deciso di concentrarsi sulle sfide che ci attenderanno in futuro tra innovative politiche energetiche, ambientali ed economiche. Non mancano, in tal senso, altre novità dell’ultim’ora: accanto al già annunciato Roberto Mezzalama, infatti, prenderanno parte alla tavola rotonda “Codice rosso per il clima: non è tempo dei bla bla bla” anche l’imprenditrice Silvia Merlo (amministratore delegato della Merlo s.p.a. e presidente di Saipem s.p.a.) e il fisico e climatologo dell’Università di Torino, Claudio Cassardo. Dalla manager cuneese, in particolare, un contributo autorevole nel trattare la sfida della sostenibilità e delle nuove energie anche dal punto di vista delle aziende che l’affrontano quotidianamente sul campo: lo scorso aprile Silvia Merlo è stata nominata presidente di Saipem s.p.a., società fondata nel 1956 da Enrico Mattei e, oggi, tra i più importanti operatori a livello mondiale attivi nel settore della costruzione e manutenzione delle infrastrutture dell’industria energetica. A moderare la tavola rotonda Jan Pellissier, giornalista dell’agenzia di stampa LaPresse e responsabile della comunicazione di Confindustria Piemonte. «Nonostante le difficoltà logistiche ancora legate al periodo pandemico – afferma Fulvio Bersanetti, direttore scientifico del festival e co-ideatore della manifestazione nel 2014 - siamo estremamente soddisfatti per il programma predisposto e ringraziamo fin da ora tutti coloro che hanno accettato il nostro invito. La tematica scelta per quest’edizione è senza dubbio ambiziosa nella sua complessità, ma crediamo di essere riusciti a declinarla secondo diverse sensibilità e punti di vista, dalla tecnologia alla politica, dall’economia alla spiritualità e alla climatologia». «I “Dialoghi Eula” si confermano un appuntamento di forte richiamo per la
qualità e l’attualità degli argomenti trattati - aggiungono Michelangelo Turco,
sindaco di Villanova Mondovì, e Michele Pianetta, vicesindaco e “anima” della
manifestazione - e siamo orgogliosi che, in ogni edizione, Villanova assurga agli onori
delle cronache per l’autorevolezza e la visione dei diversi contributi proposti.
Quest’anno, poi, il ritorno in presenza ci fa respirare la normalità perduta e ci fa
guardare al 2022 con maggior speranza e consapevolezza». Primo appuntamento, dunque, per venerdì 12 novembre alle ore 21.00 presso il Gala Palace di Frabosa Sottana (in collaborazione con l’Associazione Turistica Mondolè, il Comune di Frabosa Soprana, il Comune di Frabosa Sottana e l’Unione Montana Mondolè), con lo spettacolo “Fiume di Acqua e di Fango” dell’attrice vicese Sara Dho. Sabato 13 novembre a partire dalle 9.00, invece, nell’antica chiesa di Santa Caterina (previsto un servizio navetta gratuito con partenza da piazza Filippi dalle 8.30), spazio a interviste, dibattiti e tavole rotonde con Paola Pisano (già ministro per l’Innovazione tecnologica), Silvia Merlo, Roberto Mezzalama (esperto in valutazione di impatto ambientale), Claudio Cassardo, Bruno Tabacci, Alex
Corlazzoli (giornalista de “Il Fatto Quotidiano” e maestro) ed Enzo Bianchi, fondatore della Comunità di Bose e saggista.

Bruno Tabacci, laureato in Economia e Commercio all’Università di Parma, ha lavorato come consulente libero professionista in materia economico finanziaria ed è stato consigliere di amministrazione di Eni, Snam ed Efibanca e presidente della s.p.a. Autocamionale della Cisa A15. Presidente della Regione Lombardia dal 1987 al 1989, è stato deputato tra il 1992 al 1994 e nuovamente dal 2001. Nel corso della XIV legislatura è stato anche Coordinatore del Vast (Comitato per la valutazione delle scelte scientifiche e tecnologiche) e presidente della Commissione di cooperazione italo-messicana. Presidente nazionale di Centro Democratico, è oggi sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega alla programmazione e al coordinamento della politica economica.

Silvia Merlo, nata a Cuneo e laureata in Economia aziendale, è amministratore delegato della Merlo s.p.a. Industria Metalmeccanica, membro del Consiglio di Amministrazione, del Comitato controllo rischi e sostenibilità e presidente del Comitato remunerazione di Sanlorenzo s.p.a. Ha, inoltre, ricoperto incarichi di consigliere di amministrazione e di membro di comitati interni in diverse altre società tra cui Leonardo s.p.a., BNL Banca Nazionale del Lavoro s.p.a., GEDI Gruppo Editoriale s.p.a., Erg s.p.a. e Banca CRS Cassa di Risparmio di Savigliano s.p.a. Nel 2014 è stata insignita della “Mela d’Oro” nell’ambito del premio “Donne ad Alta quota” della Fondazione “Marisa Bellisario” per la sezione imprenditoria e nel 2017 ha ricevuto il premio “Amelia Earhart” su iniziativa dello Zonta Club. Dal 2021 è presidente di Saipem s.p.a.

Claudio Cassardo, laureato in Fisica all’Università di Torino nel 1987, è professore associato presso la Facoltà di Scienze MMFFNN dell’Università di Torino dal novembre 2000 ed è regolarmente invitato a tenere corsi presso la Ewha W. University di Seoul. È stato previsore meteorologo presso il Servizio Meteorologico Italiano ed è responsabile delle stazioni meteorologiche di misura del Dipartimento di Fisica Generale dell’Università di Torino. Si occupa prevalentemente dello studio dei processi che avvengono all’interfaccia tra l’atmosfera e la superficie terrestre, con particolare riguardo ai parametri fisici nel suolo e ai flussi turbolenti di calore, anche da un punto di vista climatologico. Ha finora pubblicato una ottantina di lavori su riviste scientifiche internazionali e libri.