Treno storico a vapore sulla Ceva-Ormea… già sold-out

Appuntamento per l’8 dicembre. A tre giorni dall’apertura delle prenotazioni già venduti tutti i posti disponibili. Il presidente dell’Unione montana Alta Val Tanaro: «Un prodotto turistico fondamentale per il territorio»

Treno storico a vapore sulla Ceva-Ormea... già sold-out
Treno storico a vapore sulla Ceva-Ormea... già sold-out

Treno storico a vapore sulla Ceva-Ormea. Mercoledì 8 dicembre il treno storico tornerà a solcare i binari della Ceva-Ormea. Dopo lo stop dello scorso anno, dettato dalla pandemia, il treno è pronto a riproporsi in una delle vesti più apprezzate da turisti e passeggeri: quella di Natale. Partenza da Torino Porta Nuova alle 8.55, a bordo del treno a trazione diesel fino a Ceva e a vapore da Ceva sino a Ormea. Fermate intermedie a: Lingotto, Savigliano, Mondovì, Ceva (arrivo alle 10.30 e ripartenza alle 10.50) e Nucetto. Proprio a Nucetto è previsto uno stop di circa un’ora, dalle 11.15 alle 12.15, per permettere ai passeggeri di visitare la caratteristica stazione riconvertita a “Museo dell’Alta Valle Tanaro”, “Museo ferroviario” e sede del “Consorzio del cece di Nucetto”.

Treno storico a vapore sulla Ceva-Ormea

Il treno a vapore raggiungerà Ormea alle 12.55 circa. A dare il benvenuto ai passeggeri saranno l’aperitivo organizzato dalla Proloco nel magazzino della ferrovia e la mostra allestita nell’atrio della stazione recentemente ristrutturata. Dopo aver consumato il pranzo, presso i ristoranti della zona oppure con apposito pocket lunch, i visitatori avranno a disposizione alcune ore del pomeriggio da trascorrere nel suggestivo borgo della Città, tra i banchi del mercatino di Natale allestito la centrale via Roma, sino in piazza San Martino, in visita a mostre e a musei. La partenza per il rientro a Torino Porta Nuova è programmata alle 16.55. Il viaggio a bordo del treno storico è organizzato da “Feralp Team” in collaborazione con “Fondazione FS Italiane” e “Vic tour operator”.
«Il treno storico – commenta il presidente dell’Unione montana Alta val Tanaro e sindaco di Ormea Giorgio Ferraris –, è un prodotto turistico particolare, in cui un ruolo fondamentale lo giocano l’attrattività della linea e il paesaggio che attraversa, più del luogo da raggiungere. Proprio per questo motivo, il treno storico in valle Tanaro può essere elemento di attrazione e di promozione importante. A riprova, è bene evidenziare che, in soli tre giorni dall’apertura delle prenotazioni per il viaggio dell’otto dicembre, i 210 posti concessi (la capienza è attualmente ancora al 70%) sono stati venduti. Mi risulta, invece, che i treni che hanno programmato viaggi per le Langhe nelle prossime domeniche abbiano ancora parecchi posti liberi. Esiste una lista d’attesa da cui, nel caso nuove disposizioni normative a ridosso dell’otto dicembre amplino la capienza massima sul treno, si potrà attingere per occupare ulteriori posti disponibili».

 

___

VUOI ESSERE SEMPRE INFORMATO?
Sì, voglio le news gratis in tempo reale - ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM - CLICCA QUI
Sì, voglio le top news gratis ogni settimana - ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER - CLICCA QUI