Villanova: presto il debutto del nuovo film di Matteo e Claudio Rolfi

Presto nella sale cinematografiche "Il mito del quadrifoglio" girato dai due villanovesi con un cast anche locale

L’occasione del Natale per ritornare a casa, in famiglia, e l’opportunità per noi di incontrare Matteo Rolfi, da anni emigrato in Svizzera dove si divide tra il lavoro in un’azienda multinazionale che si occupa di trading e una passione diventata essa stessa lavoro, quella per la fotografia pubblicitaria. Nel frattempo l’avvicinamento al mondo della cinematografia, con un primo cortometraggio “Tayo” uscito a metà maggio, che ha già ricevuto diverse nomination ed è stato proiettato in molti Paesi del mondo, da ultimi Stati Uniti e Germania. A pochi mesi di distanza la voglia di riprovarci, partendo da uno spunto che accende la scintilla e alzando l’asticella, non solo in termini di minutaggio ma anche dal punto di vista tecnico, facendo tesoro di quanto appreso durante le riprese del primo film. Un impegno e una gioia condivisi con il papà, il noto artista pittore Claudio Rolfi, che si è occupato di regia, sceneggiatura e testi. «Una passione di famiglia, le macchine d’epoca e in particolare le spider, soprattutto quell’Alfa Romeo Duetto con cui da anni giriamo il Bel Paese, ha innescato in me quella curiosità, quella voglia di approfondire la vera e propria leggenda legata al quadrifoglio, simbolo distintivo delle vetture con spiccate caratteristiche sportive – ha spiegato Claudio –. Muoversi da una storia vera, coinvolgente, come quella del pilota Ugo Sivocci per poi raccontare la gente comune, la vita di tutti i giorni, con le sue gioie e i suoi dolori. Il fatto documentaristico, quindi, come semplice base di partenza per la finzione cinematografica».
Quattro i petali del quadrifoglio, quattro le storie interpretate, tra gli altri, dagli attori nostrani Maddalena Barale e Giacomo Vassallo. «Dopo “Tayo” c’era la voglia di creare un’opera che coinvolgesse entrambi i territori cui è maggiormente legata la mia storia personale: il Canton Zugo in Svizzera e la Langa monregalese per l’Italia – le parole di Matteo, che si è occupato di regia e fotografia –. Si tratta di un mediometraggio, della durata di circa 36 minuti, per cui ci siamo avvalsi di obiettivi professionali, colorato e mixato a Bangkok, arricchito dalle musiche di artisti del calibro di Andrea Tonoli e Silvia Rita Iannone. Entro fine anno uscirà il trailer e contiamo tra un mese di essere in molte sale cinematografiche del cuneese, con il cinema-teatro Bertola di Mondovì che ospiterà la premiere alla presenza di attori e collaboratori».
La voce narrante è quella dell’importante attore e doppiatore Mario Zucca. Ha partecipato alle riprese anche il brillante cabarettista Danilo Vizzini. «È stata innanzitutto una bella occasione per rivedermi e passare del tempo con mio figlio, seguendo una tradizione inaugurata da mio padre Giorgio, anch’egli regista che girò numerosi caroselli per i grandi marchi dell’epoca – ha proseguito Claudio Rolfi, di cui saranno presenti alcuni dipinti realizzati appositamente per le riprese –. Ringraziamo gli sponsor che hanno creduto fin da subito nel nostro progetto e compreso il risalto e la pubblicità che potrà averne il nostro straordinario territorio. L’entusiasmo è tanto e speriamo possa essere condiviso dal pubblico: l’obiettivo, nonostante le complicazioni dettate dall’emergenza sanitaria, è quello di riportare la gente nei cinema e trasmettere quelle sensazioni ed emozioni che solo i film riescono a regalare». «Se il primo lavoro è stato quasi un “esperimento” per mettere le mani su una videocamera, in questa occasione abbiamo sicuramente voluto migliorarci e crescere – ha raccontato Matteo –. Un film maturo, su cui lavoriamo da luglio, girato da una troupe di sette persone in due differenti paesi. La passione e lo studio della fotografia si riflette sulla cura del dettaglio, anche se molte cose le ho dovute imparare direttamente sul campo, trovando in tempo reale la soluzione a ogni più svariato problema. Compatibilmente con i miei due lavori e trovando il giusto incipit, la volontà è sicuramente di proseguire su questa strada continuando a perfezionarmi e arricchire il mio bagaglio di esperienza».



Scopri anche

mondovì esperti commercio attività

A Mondovì tre “squadre di esperti” per commercio, attività produttive e sanità

A Mondovì nasceranno tre "squadre di esperti" per commercio, attività produttive e sanità. Li hanno chiamati “Osservatori permanenti”. In ambito politico, qualcuno aveva parlato di “Commissioni” e qualcun altro, con un’espressione un po’ più...

Nuova Scuola dell’Infanzia, Carrù esulta. È ammessa al maxi finanziamento

Se ne parlava già nel 2011, poi il discorso era tornato d'attualità nel 2018 con lo studio di fattibilità promosso dell'ex sindaco Stefania Ieriti. Ma dai bandi regionali la definitiva "fumata bianca" per la...

“Violentemente donne” a Villanova, tra recitazione e danza

In occasione del 25 novembre, presso il teatro “Garelli” di Villanova si è tenuta una serata dedicata al tema della violenza sulle donne. I “The Comedians” hanno presentato lo spettacolo “Violentemente donne”, che combinava...

Un grande ritorno per la “Sagra della polenta saracena e della castagna...

Domenica, le vie dell’antico centro montano sono tornate ad affollarsi grazie al ritorno della “Sagra del grano saraceno e della castagna bianca”. Un appuntamento di cui, negli anni segnati dalla pandemia, si sentiva la...