Maxi contributo da quasi un milione di euro, per i “percorsi raccontati” di Dogliani

Importante finanziamento da 978 mila euro, accordato dal Ministero. Si punta a recupero e valorizzazione del collegamento pedonale tra il Borgo e Castello, con digitalizzazione del patrimonio culturale

Il sentiero che sarà recuperato e valorizzato, collegamento tra il Borgo e Dogliani Castello

Una notizia davvero molto importante per il paese e per lo sviluppo turistico dell’intera area di Langa, ci è giunta in redazione martedì 11 gennaio. Il Comune di Dogliani infatti, tramite la partecipazione al bando ministeriale “Fondo Cultura”, si è aggiudicato un “super contributo” da 978 mila euro, per il progetto “percorsi raccontati”, basato innanzitutto sul recupero e la valorizzazione dei sentieri pedonali che collegano la parte bassa del paese, il Borgo, a quella alta, Castello, ma non solo. «Siamo veramente molto orgogliosi del risultato raggiunto – commenta l’assessore ai lavori pubblici, Emanuele Albarello –. I soldi arrivano infatti da un bando del Ministero della Cultura, non compreso nel Pnrr, al quale abbiamo deciso di partecipare un po’ all’ultimo momento e che quindi ha comportato un grande dispendio di energie e competenze da parte dell’intera macchina amministrativa. Sindaco, assessori, consiglieri e Uffici comunali hanno lavorato moltissimo, predisponendo il progetto esecutivo che serviva per partecipare e lavorando praticamente per tutto il mese di agosto, senza sosta. Ci siamo posizionati in 7ª posizione a livello nazionale nell’area del nord Italia, ricevendo una copertura cospicua, a fronte di un costo complessivo dell’intervento di 1 milione 248 mila euro – aggiunge Albarello –. Un inteso lavoro di squadra, che ha visto anche il supporto della progettualità da parte dell’Unesco, con l’esperienza del dottor Roberto Cerrato. Dalla firma della convenzione, ora avremo 90 giorni di tempo per l’appalto, poi partiranno gli interventi. Mi permetto di aggiungere – conclude l’assessore – che questo progetto era già pianificato e prevedeva proprio l’accensione di quel mutuo da 600 mila euro, che tanto è stato contestato dalla minoranza. Bene, ora quello stesso mutuo, considerando il contributo in arrivo, viene più che dimezzato, passando a circa 250 mila euro».

Cultura e infrastrutture: due progetti in uno
Il progetto prevede un intervento di riqualificazione, tutela e valorizzazione del patrimonio architettonico culturale tra i borghi storici doglianesi, tramite il recupero di vecchi percorsi pedonali di collegamento tra i due centri storici. Le aree di intervento sono due, connesse tra di loro. Una è di tipo infrastrutturale e riguarda la riqualificazione di vecchi percorsi pedonali, mentre la seconda punta invece alla realizzazione di un sistema di racconto del patrimonio storico, architettonico e culturale, tramite nuove tecnologie e multimedialità.

Percorsi pedonali illuminati e panoramici, fruibili tutto l’anno
Saranno messi in sicurezza e consolidati gli esistenti sentieri sulla ripa di Castello, che congiungono il Borgo a Castello. In particolare si prevede: la pavimentazione con materiali compatibili con il contesto ambientale, il posizionamento di parapetti per la sicurezza nei punti di maggiore esposizione, l’illuminazione pubblica per favorirne la percorrenza anche nelle ore notturne e la creazione di piazzole attrezzate, al fine di consentire la sosta durante il percorso e godere della visuale panoramica. Il miglioramento del collegamento permetterà ai turisti di scoprire il centro storico e, al tempo stesso, anche i residenti potranno ritrovare in tali spazi nuove possibilità di socializzazione. Le aree coinvolte dal progetto possono inoltre essere messe a disposizione, per allestimenti temporanei e per l’installazione di “totem” che raccontino con sistemi multimediali gli edifici storici ed i personaggi illustri doglianesi. Nella parte alta di Dogliani è previsto il recupero del seminterrato con ingresso da piazza Belvedere, nei pressi dell’albero monumentale. Il locale, attualmente un magazzino, sarà riconvertito in struttura ricettiva, info-point e spazio multimediale operativo tutto l’anno e potrà così garantire l’auto sostenibilità economica del progetto.

Aree interattive, con racconti su Einaudi, sullo Schellino e sulla storia del paese
Il progetto prevede una strategia di comunicazione territoriale votata alla riqualificazione e alla promozione del territorio di Dogliani, partendo da una nuova segnaletica interattiva. Tramite una serie di sistemi interattivi pensati per ogni tipologia di visitatore, nelle piazzole lungo il percorso sarà possibile vedere filmati e sentire racconti sui personaggi più rappresentativi del paese, da Luigi Einaudi all’architetto Schellino, passando per Domenico Ghigliano, Giovanni Tomatis e Celso Cesare Moreno, con una moltitudine di cenni storici e riferimenti curiosi ed interessanti sulle particolarità del borgo. «L’utilizzo di tecnologie come i codici QR, NFC e la realtà aumentata, trasformano il visitatore nel vero protagonista dell’esperienza – spiega ancora Albarello –. Sarà possibile quindi creare percorsi di immagini da esplorare, grazie all’unione di fotografie panoramiche a 360° e video con i droni. I contributi multimediali potranno essere visualizzati da qualsiasi parte del mondo e saranno strumenti perfetti per promuovere il territorio anche nelle fiere e negli appuntamenti di promozione».

Scopri anche

Clavesana, maestra aggredita in paese da una mamma di un ex alunno

È stata avvicinata e aggredita all'uscita di un negozio, a Clavesana. La vittima è una maestra, che insegna alle Elementari del paese. Sarebbe stata individuata e poi insultata da una signora, mamma di un...

Manomette il cronotachigrafo, autista fermato e multato dalla Polizia a Fossano

Nella mattina di giovedì 2 febbraio una pattuglia della Sezione Polizia Stradale di Cuneo, nell’ambito dei controlli del traffico commerciale, fermava a Fossano un autotreno immatricolato in Italia e condotto da un cittadino italiano...

A Farigliano, Posta ad orario ridotto da tre anni: «Si torni almeno ai 5...

Ormai dal 2020, con l’inizio della pandemia da Covid, l’Ufficio postale di Farigliano è aperto con “orario ridotto”. I lockdown e le ripetute chiusure avevano infatti portato Poste Italiane a decidere di dimezzare le...

Bastia: le pietre d’inciampo dei bimbi della Primaria, al “Giardino della Pace”

Venerdì 27 novembre l’aria era gelida e pungente al “Giardino della Pace” di Bastia, proprio come doveva esserlo quel lontano giorno del 1945 ad Auschwits. Insieme al fumo dei comignoli si è levato nel...

Da Bene Vagienna il “mappamondo volante” dei Montgolfier, al Carnevale di Venezia

Altra realizzazione assolutamente “ad effetto” per la “Fly In” di Bene Vagienna, l’azienda di Mauro Oggero specializzata nella creazioni di grandi opere gonfiabili, che in passato ha dato vita a progetti come il megastore...

Mondovì, ecco i cartelli elettronici che avviseranno dei blocchi del traffico

Da ieri, lunedì 30 gennaio, sono stati piazzati a Mondovì i primi cartelli elettronici che avviseranno dei blocchi del traffico. Il Comune spiega: «La città di Mondovì, insieme ad altri 76 Comuni del Piemonte, deve...