L’Unione Monregalese “adotta” la rotonda del Ferrone

La storia dei caratteri a piombo passa da Mondovì. Nella città in cui è stato realizzato il primo libro stampato in Piemonte, e che proprio questa settimana inaugurerà il nuovo Museo della Stampa, arriverà un’installazione tutta dedicata ai caratteri tipografici, alla stampa e al giornalismo.

Verrà posata nella rotonda del Ferrone, quella all’incrocio tra corso Europa e via San Bernardo. Un’installazione progettata da L’Unione Monregalese che, rispondendo a un bando del Comune, “adotterà” la rotonda.

I RENDERING

Il Comune, tempo fa, ha emesso un bando in cui chiedeva ad Associazioni o soggetti privati di presentare progetti di valorizzazione e sponsorizzazione di alcune rotatorie cittadine. Chi partecipa si fa carico del progetto e della manutenzione e, in cambio, il Comune consente di utilizzare lo spazio della rotonda a fini promozionali.

Il progetto presentato dalla CEM, la Cooperativa giornalistica editrice de L’Unione Monregalese, prevede un’installazione con parallelepipedi di acciaio COR-TEN, posati al centro della rotonda, modellati come i vecchi caratteri mobili delle macchine da stampa, ciascuno con una lettera sulla sommità. Il carattere mobile di stampa è il concetto-fulcro del progetto: esso rappresenta infatti il miglior simbolo, ancora oggi fortemente evocativo, delle tecniche di stampa e richiama allo stesso tempo il patrimonio storico della Città di Mondovì quale città della stampa e la natura stessa del lavoro e della mission della nostra testata. Il progetto è a firma dell’architetto Federica Aimo di Mondovì, l’installazione verrà realizzata dalla ditta monregalese Barel srl. Una dedica a Mondovì, e alla sua storia.