Vicoforte: il cane Lilli torna a casa

Dopo l’intervento dei volontari GEA il cane libero e indipendente riprenderà a girovagare per il paese

Una storia romantica dal lieto fine, di quelle che fa piacere raccontare, soprattutto adesso che ci siamo appena lasciati alle spalle il periodo delle festività natalizie. Nel giorno dell’Epifania, attraverso i social dell’Associazione GEA, era stato diramato un comunicato con cui si dava notizia del ritrovamento, a seguito di segnalazione, di un cane di piccola taglia in via San Pietro a Vicoforte, nella speranza di rintracciarne il proprietario. Subito si è mobilitata la popolazione che quel cagnolino lo conosce bene e ha letteralmente sommerso le volontarie di chiamate e messaggi. «Appena arrivato nel canile di San Michele M.vì è risultato sprovvisto di microchip ma soprattutto tristissimo per la nuova sistemazione nel box del sanitario – spiegano dall’Associazione –. È stato un vero strazio lasciarlo lì all’ora di chiusura. Abbiamo subito pubblicato sui vari social la sua foto, sperando di ricevere maggiori informazioni e abbiamo scoperto che “Lilli” come proprietario, in realtà, ha l’intero paese. Abbandonato tanti anni fa in una cascina, nonostante molte persone gli abbiano offerto nel tempo ospitalità e una casa, lui ha scelto di dividersi con tutti, a patto che nessuna porta e nessun cancello venissero chiusi alle sue spalle». Un cane libero, amico di tutti, solito girovagare per le vie del paese senza mai infastidire nessuno o intralciare la circolazione. Il giovedì è un assiduo frequentatore del mercato settimanale, dove non si fa mai mancare l’appuntamento con il banco del pollivendolo. «Lilli ha tutte le competenze per poter vivere in piena autonomia il suo territorio e oggi, dopo la microchippatura, è tornato a “casa” – la conclusione delle volontarie nella giornata di venerdì –. Buona vita cagnolino indipendente e grazie a Stefania per essersi offerta come adottante, regalando a Lilli la sua meritata libertà».