Covid, pazienti gravi in aumento: due su tre non vaccinati

Ovvero tra chi non ha aderito alla vaccinazione o ha ricevuto una sola dose. In Piemonte salgono di dieci i ricoveri in terapia intensiva

Erano 137 una settimana fa, il 7 gennaio, sono 147 ora. Con aggiornamento a ieri (venerdì 14 gennaio), sono saliti di dieci unità in sette giorni i ricoveri Covid in terapia intensiva in tutta la regione Piemonte. Di questi, i non vaccinati continuano a rappresentare la maggioranza: 102 (di cui 78 uomini e 24 donne), ovvero i due terzi del totale.

Ma come vengono conteggiati i “non vaccinati”? Spesso, per lo meno sul web, si è sentito dire che rientrano nella categoria addirittura chi ha ricevuto due dosi da più di quattro mesi. Niente di tutto ciò. La Regione Piemonte specifica come i “non vaccinati” siano i «non aderenti o con ciclo primario incompleto (ovvero con una sola dose)».

In particolare, come detto, sui 147 ricoveri 102 riguardano pazienti non vaccinati (78 uomini e 24 donne), 45 sono invece pazienti vaccinati (25 uomini e 20 donne), ma «con un quadro clinico serio per patologie pregresse».

LEGGI ANCHE: Aumentano i posti letto: Piemonte ancora in zona gialla

Nella giornata di ieri sono state 51.119 le persone comunicate all’Unità di Crisi della Regione che oggi hanno ricevuto il vaccino contro il Covid. A 4.058 è stata somministrata la prima dose, a 3.620 la seconda, a 43.441 la terza. Dall’inizio della campagna si è proceduto all’inoculazione di 8.515.896 dosi, di cui 3.153.205 come seconde e 1.867.082 come terze.