“Io sono la chiave”: la crocifissione di Franco Alessandria, in mostra a Cherasco

L'impressionante scultura dai molteplici significati simbolici è alta oltre tre metri ed è stata realizzata dall’artista piozzese utilizzando vecchie chiavi in ferro e pesanti serrature

Franco Alessandria a Cherasco, con la sua scultura "di chiavi"

L’artista piozzese Franco Alessandria, in tempo di Quaresima, torna ad emozionare e impressionare il pubblico, proponendo nuovamente in mostra una delle sue opere di maggior impatto. Venerdì 4 marzo, la scultura “Io sono la chiave” è stata posizionata sul sagrato del Santuario della Madonna del Popolo, a Cherasco, dove resterà visibile a tutti, fino a Pasqua. L’imponente creazione, alta 3 metri e 30 centimetri (in riferimento agli anni di Gesù sulla croce) riproduce un Cristo crocifisso, interamente composto da antiche chiavi di ferro (per quanto riguarda la figura umana) e pesanti e massicce serrature (per il basamento e la croce). «Quest’opera ha un forte valore simbolico – ci spiega Franco Alessandria –. L’altezza ricorda gli anni di Gesù, ad esempio, ma anche il materiale di cui è fatta è stato scelto appositamente, secondo un preciso disegno. Esiste infatti una stretta correlazione tra Gesù, la chiave, e il basamento e la croce, l’umanità, costituita da serrature che solo la fede è in grado di scardinare, di aprire, mostrando un mondo nuovo e aprendo la mente». Alessandria vede quindi, nella sua arte “delle chiavi”, un metodo tangibile verso la ricerca della verità, di una soluzione: appunto “la chiave per leggere l’umanità”. La chiave diventa poi anche sinonimo di libertà, di espressione e di pensiero. La chiave che apre la porta ai sentimenti, a tutto ciò che rischia di restare bloccato, imprigionato in fondo al cuore. “Io sono la chiave” è, senza dubbio, tra le sculture più evocative, famose e riconoscibili in zona e non solo. Franco Alessandria l’ha realizzata nel 2020 portandola poi in esposizione a Piozzo, Dogliani, Farigliano, Monforte e davanti al Duomo di Alba.

Scopri anche

gad lerner mondovì funamboli

Gad Lerner a Mondovì per “Funamboli”: il linguaggio, il giornalismo e il falso problema...

Gad Lerner la chiama "una metafora gastrica": «Oggi, a quanto pare, un politico è considerato efficace se sa parlare "alla pancia della gente": non al cervello, o al cuore. Trattare le persone da ignoranti...

Edilizia scolastica a Mondovì: entrambe le minoranze favorevoli all’incontro pubblico

L'annuncio di un incontro pubblico per presentare i progetti di edilizia scolastica a Mondovì coglie favorevoli sia il centrosinistra che il centrodestra che hanno emesso due note stampa. Il centrosinistra: «In un incontro con la...

A San Giacomo di Roburent risuonano i motori

Un appuntamento nato con l’idea di omaggiare le bellezze naturali e culturali delle vallate monregalesi e cebane, accostandole alla grande passione motoristica che da sempre accomuna i nostri territori. Nasce con questo obiettivo il...
mondovì incontro pubblico progetti scuole superiori

A Mondovì un incontro pubblico sui progetti per le Scuole superiori

Il tema è al centro del ciclone. La costruzione della nuova scuola superiore verrà affrontata in un incontro pubblico. Una cosa auspicata da tutti, compresi i residenti della zona Polveriera e compresi i gruppi...
Mondovì e motori Garbolino

“Mondovì e Motori” si presenta: dal 21 al 23 luglio, nel ricordo di Mario...

Un’edizione particolare, nel ricordo di una grande persona che non c’è più noi. “Mondovì e Motori 2023”, in programma dal 21 al 23 luglio, ricorda con grande affetto l’ideatore del “Week End con le...
viaggio Itur Monregaltour Italia

Un viaggio di emozioni: Monregaltour e Itur vi portano alla scoperta dell’Italia

Ogni viaggio è un’emozione e noi di Monregaltour e Itur, che da oltre vent’anni vi accompagniamo alla scoperta dell’Italia, lo sappiamo bene. Per quest’anno abbiamo realizzato un calendario ricco di nuove destinazioni e mete...