Mamma e bimba in fuga dalla guerra, con una borsa di plastica e gli occhi lucidi

Nel secondo viaggio al confine ucraino, i volontari di “Casa do Menor” e “L’Aquilone” hanno scaricato viveri e indumenti, portando in Italia una famiglia incontrata per caso

Sopra mamma e bimba insieme ai volontari. A fianco, appena arrivate in Sicilia, ricongiunte alla famiglia

Finora, da inizio emergenza, sono riusciti a portare al confine con l’Ucraina numerosi camion e pulmini, carichi di aiuti per i profughi. Non si arresta, anzi prosegue senza sosta, l’attività dei volontari di “Casa do menor” e de “L’Aquilone Onlus” di Farigliano, in favore delle popolazioni colpite dalla guerra. L’ultima spedizione è avvenuta la scorsa settimana, con la partenza da Farigliano (martedì 22 marzo) di cinque pulmini pieni “a tappo” di scatoloni di alimenti, vestiti e medicinali. Il gruppo di 11 volontari ha fatto due tappe, fermandosi a scaricare aiuti sia in un piccolo Centro di accoglienza in Ungheria, a pochi passi dal confine con l’Ucraina, sia direttamente alla dogana, dove un ingegnere ucraino ha ritirato i pacchi per portarli direttamente in Ucraina, a casa sua, dove sta dando ospitalità a persone in fuga dal conflitto. Appena arrivati al campo ungherese, i volontari hanno incontrato per caso una giovane mamma, che viaggiava insieme alla figlia di 7 anni: scappavano dal conflitto in Ucraina, mentre il papà era rimasto a combattere in guerra. «Siamo riusciti a capire che erano fuggite in treno, attraversando quasi tutta l’Ucraina, e che volevano raggiungere l’Italia per ricongiungersi con la sorella della signora, a Messina – racconta il responsabile delle due Associazioni, Carlo Borra –. Per puro caso ci trovavamo lì e ci siamo subito offerti di accompagnarle. Avevano il passaporto e il green pass, ma non avevano soldi e tutti i loro averi erano contenuti in una borsa della spesa, di nylon. Immaginatevi la disperazione che si leggeva nei loro occhi. Non capivano assolutamente l’italiano, allora ci siamo subito messi in contatto telefonico con la signora di Messina che, in vivavoce, faceva da traduttrice, spiegando loro passo passo tutto ciò che stava succedendo. Via via si sono tranquillizzate, la bimba si è addormentata poco dopo la partenza, la mamma invece guardava dal finestrino, con grande malinconia. Ci siamo fermati la sera per farle riposare in albergo, nel frattempo abbiamo prenotato un volo, e il giorno successivo le abbiamo portate a Caselle, da dove poi hanno raggiunto la Sicilia. Un paio d’ore dopo ci mandavano già le fotografie dell’incontro con la sorella. È stata davvero una fortuna – aggiunge Carlo Borra –. In quel campo ungherese ci eravamo già stati e non abbiamo mai incontrato una spedizione italiana. Per pura combinazione ci siamo trovati nel posto giusto al momento giusto e abbiamo così potuto aiutare mamma e figlia. In caso contrario, chissà quanto tempo avrebbero dovuto aspettare là, prima di incontrare qualcuno che le accompagnasse in Italia». La spedizione è rientrata in Italia venerdì 25 marzo. «Il nostro impegno non finisce qui, anzi, d’ora in avanti proseguirà più serrato, mirato e strutturato, proprio per essere sicuri che gli aiuti possano arrivare a chi ne ha bisogno – conclude Borra –. Tramite il progetto “Aiutaci ad aiutarli”, che coinvolge 26 Comuni della nostra zona, stiamo mettendo in piedi una formidabile macchina organizzativa, basata sull’acquisto e il trasporto di alimenti e medicinali effettivamente utili alla causa».

santa lucia visite villanova

Al Santuario di Santa Lucia di Villanova M.vì continua il successo delle visite guidate

Domenica 7 luglio il Santuario di Santa Lucia in Villanova Mondovì sarà aperto al pubblico con visite guidate al pomeriggio (dalle ore 14.30 alle 17 con servizio navetta). La riapertura durante le prime domeniche...

“Incontra e racconta”: a Dogliani, una serata dedicata al Centro diurno Nucci Banfi

I Comitati di quartiere “Castello c’è” e “Sota i porti e n piasa” di Dogliani organizzano l’evento “Il Centro diurno Nucci Banfi incontra e racconta”. Nel borgo antico di Castello, in piazza Belvedere, mercoledì...

Roburent. Oltre 50 mezzi e grande successo di pubblico per il 3° Raduno dei...

(a.br.) - Grande affluenza, di macchine agricole e persone, per il Raduno dei Trattori e dei Mezzi forestali di Roburent. Domenica 21 luglio si è svolta la 3ª edizione della manifestazione organizzata dalla Pro...

Ceva, buttano via una bicicletta nel torrente: identificati e sanzionati

Nei giorni scorsi avevano gettato una bicicletta nel torrente Cevetta ed erano scappati. I responsabili, a Ceva, sono stati prontamente identificati e sanzionati. La Polizia Locale ha svolto numerosi controlli per risalire all’identificazione di...

Monregalesi negli staff dei nuovi assessori regionali della Granda

Non condividono solamente la delega ai Parchi: Paolo Bongioanni e Marco Gallo, i due nuovi assessori regionali che provengono dalla Granda, hanno anche deciso entrambi di mettere un monregalese ai vertici del loro staff. Marco...
Trelilu spettacolo Nigella Niella

A Niella Tanaro spettacolo dei Trelilu per la Nigella

“Mai a basta” è lo spettacolo dei Trelilu che si terrà mercoledì 31 luglio alle ore 21 al castello di Niella Tanaro, per la Nigella, ad ingresso libero. L’iniziativa è organizzata dall’Associazione Nigella ODV...