Il gorgonzola “di capra”? Per il Tribunale non c’è inganno

Il formaggio «che non esiste» era stato sequestrato alla fiera del Santuario a Vicoforte: assolti i due produttori

Il “gorgonzola di capra”, come formaggio, non esiste. Non è detto però che una definizione del genere inganni il consumatore. Per questo motivo il giudice Giovanni Mocci ha assolto i due produttori astigiani che erano denunciati dai Carabinieri Forestali di Mondovì durante l’edizione 2019 della fiera del Santuario di Vicoforte.
Agli espositori era contestata la “vendita di prodotti industriali con segni mendaci”: «Uno dei formaggi in vendita – ha spiegato il comandante dei Forestali di Mondovì, maresciallo Stefano Ambrosio – era venduto con la dicitura "gorgonzola di capra": una dicitura illegale perché il gorgonzola è un prodotto a denominazione protetta, con un disciplinare approvato dal consorzio di tutela». Erano stati denunciati così sia la titolare dell’azienda agricola, G.C., sia suo padre A.C., l’unico presente in quel momento presso lo stand.
Presso lo stesso stand vennero controllate anche ventotto bottiglie di vino etichettate come Nebbiolo, Barbera e Dolcetto: «Sull’etichetta, molto scarna, non c’era nessun riferimento all’azienda produttrice e a quella imbottigliatrice ma solo all’azienda agricola di A.C.», ha aggiunto il maresciallo Ambrosio. Dai successivi accertamenti si era potuto appurare che i vini evidenziavano la presenza di solfiti, una circostanza che la normativa impone di riportare sull’etichetta. Nell’azienda non risultavano terreni coltivati a vigneto, cosa che aveva portato i Carabinieri a concludere che il vino fosse stato prodotto altrove.
«So che non esiste il gorgonzola di capra e se qualcuno mi avesse chiesto informazioni a riguardo lo avrei precisato. Volevo soltanto segnalare in fiera la possibilità di ordinare il formaggio blu di capra che non tutti conoscono», si era giustificato l'imputato A.C. Il formaggio pubblicizzato dai due cartelli, in ogni caso, non sarebbe stato tra quelli in esposizione a Vicoforte: «Avevamo solo le classiche tome di formaggio vaccino, di tipo nostrale o testun».
Il pm Alessandro Bombardiere ha comunque chiesto per entrambi la condanna a sei mesi e mille euro di multa, ritenendo sussistente la violazione. L’avvocato Alberto Masoero, difensore dei due imputati, ha invece sostenuto che la merce contestata non fosse nemmeno presente sul banco: «È stata sequestrata una forma simile al gorgonzola, sul quale però non sono stati fatti accertamenti». Quanto al vino, il legale ha puntualizzato: «Nessuno ha scritto che il vino fosse stato prodotto dall’azienda. In ogni caso i vini non erano in vendita, ma in degustazione assieme ai formaggi».
Il giudice ha assolto i due imprenditori agricoli perché il fatto non sussiste, quanto alla questione del formaggio. Il solo A.C. è stato condannato a un mese e 200 euro di multa per la mancanza di indicazioni sul vino.
Chirurgia Laser Difetto Visivo

Chirurgia laser per correggere il tuo difetto visivo: scopri se sei idoneo

Miopia, astigmatismo, ipermetropia, presbiopia - Non lasciare che la paura di togliere gli occhiali ti impedisca di fare le cose che ti piacciono: vieni l’8 e 19 aprile al Centro Abax di Cuneo per...

Ancora ladri al bar “Cit ma bel” di Bastia: due furti in una settimana

Nuovo increscioso episodio, al bar "Cit ma bel" di Bastia, vittima di due furti con scasso in una sola settimana. Dopo l'incursione di ignoti avvenuta nella notte tra giovedì 4 e venerdì 5 aprile,...

Mondovì, scontro tra auto a Breolungi

Incidente a Mondovì Breolungi questo pomeriggio, alle 17.15 circa. Una scontro, per cause da accertare, ha coinvolto due auto sulla Statale 28 nei pressi del ponte sul Pesio. In tutto cinque gli occupanti: 3...

Secondo giorno di Fiera di Primavera: il programma di domenica

Continua la Fiera di Primavera 2024. Un weekend floreale, con 400 espositori tra florovivaisti, produttori agricoli, auto-moto e mezzi agricoli, giochi per bambini, laboratori, talk, attività e tanto altro. FIERA DI PRIMAVERA 2024, PROGRAMMA: il sito...
Nord Sud Castello Cigliè

Nord vs Sud: la disfida dei vini “Al Castello” di Cigliè

Venerdì scorso si è svolto il secondo appuntamento delle “4 sere Al Castello” di Ciglié, con l’intero ristorante dedicato all’evento “Bolle al buio - Sicuri di essere grandi intenditori di bollicine?”, in cui vini...