Il capolavoro di cinque amici: recuperata l’antica chiesetta di San Giorgio

Un gruppetto di doglianesi ha unito le forze durante il periodo buio del lockdown, realizzando una serie di interventi. Spettacolare il recupero della pala d'altare

L'idea è nata durante il lockdown: perché non sfruttare il momento di angoscia generale, paura e restrizioni per costruire qualcosa di bello, recuperando un'antica chiesetta frazionale? Cinque amici di Dogliani e dintorni hanno quindi unito le forze e, nei ritagli di tempo, secondo le capacità di ognuno, hanno "adottato" e ristrutturato la cappella di San Giorgio. Un lavoro preciso, meticoloso, realizzato con grande perizia, sia sugli interni sia all'esterno, che ha restituito alla comunità un luogo di culto storico, che da tempo ormai era stato un po' abbandonato.

Oggi, sabato 30 aprile, gli amici di San Giorgio, a lavori conclusi, hanno presentato il loro intervento ai frazionisti, ai doglianesi e agli amici sul sagrato della chiesetta.

La cappella si trova a circa due chilometri dal centro storico di Dogliani, lungo strada San Giorgio, prosecuzione di viale Martinengo. Negli archivi storici del Comune esiste traccia di un’antica chiesa dedicata a San Giorgio, di proprietà del Conte Marenco. Caduto in rovina questo edificio, nel 1852 la cappella fu rifondata da Giuseppe Dalmazzone per poi, nel 1933, venire donata dagli eredi ai frazionisti. La chiesa al suo interno conserva una grande tela ottocentesca raffigurante la mitica scena di San Giorgio che lotta vittorioso contro il drago. Il santo guerriero per eccellenza è protettore dei cavalieri e dei soldati, ma è anche invocato contro i serpenti velenosi, la peste, la lebbra, la sifilide. La cappella purtroppo, nel tempo, è stata trascurata. Già nel 1922 l’allora arciprete di Castello, mons. Gastaldi, scriveva: «Questa chiesa da parecchi anni più non è officiata. Si confida siano presto risolte le divergenze per le quali non si eseguisce la volontà del Pio fondatore».

Scopri anche

Furti e truffe ad anziani, arrestata banda di “professionisti”. Hanno colpito anche nel monregalese

Erano veri professionisti dei furti in casa di anziani. Agivano in pochi minuti: uno si accertava che la casa fosse vuota, un altro faceva da palo e quindi il primo entrava e faceva "pulizia"....

A Linea Verde su Rai 1 cartoline del monregalese, da Vico a Carrù

CLICCA QUI PER VEDERE LA PUNTATA Nella puntata di oggi, domenica 29 gennaio, Linea Verde ha dedicato una serie di segmenti alle eccellenze e alle peculiarità del monregalese: dopo l'anteprima dedicata alla Fiera del Bue...

Mondovì: tutto esaurito per i “tour della memoria” al Ghetto ebraico, oggi la Sinagoga

Ha avuto un'enorme successo l'iniziativa, coordinata dalla Città di Mondovì con l'associazione Gli Spigolatori ed Esedra, dei "tour della memoria", di organizzare visite guidate a tema “Mondovì Città della Memoria” con visita guidata alle...

L’aereo che attraversa la luna: l’incredibile scatto da Carrù

«È tutta una questione di una frazione di secondo. Quando ci riesco, mi emoziono. Un po’ come un pescatore che, dopo ore e ore di attesa, riesce a tirare fuori un bel pesce». Il...

Paola Farinetti a Mondovì per presentare il libro “Tuffi di superficie”

Sabato 28 gennaio, alle 18 nella sala comunale delle Conferenze in corso Statuto, verrà presentato il libro di Paola Farinetti “Tuffi di superficie” (Gallucci editore). Sarà presente l’autrice che dialogherà con la giornalista Arianna...

Mondovì, lite tra pensionati nel parcheggio del supermercato: intervengono i Carabinieri

Ha colpito il contendente con una catena per chiudere la bicicletta, durante la lite scoppiata nel parcheggio del supermercato in via Cuneo a Mondovì, nei giorni scorsi. A seguire, dopo una segnalazione, è subito...