Ai “Dialoghi Eula” la riflessione sul giornalismo contemporaneo

Con Domenico Quirico de “La Stampa” e Cecilia Sala de “Il Foglio”

Gli organizzatori dei “Dialoghi Eula”, con il passare dei giorni, stanno chiarendo nuovi dettagli circa il programma dei panels che si susseguiranno nella mattinata di sabato 14 maggio. Tra i più significativi sicuramente ci sarà quello dedicato all’informazione di guerra, al centro di un vasto dibattito anche nei media. Oltre ai nomi già annunciati (la giornalista Nora Mikhelidze e il sottosegretario Manlio di Stefano) saranno presenti nell’ex-parrocchiale di Santa Caterina la storica firma de “La Stampa” Domenico Quirico, inviato su tanti fronti bellici, e la giornalista de “Il Foglio” Cecilia Sala. Con la moderazione di Cesare Martinetti, l’incontro verterà sul racconto dei grandi conflitti, dall’Afghanistan all’Iraq, dalla Siria alla Libia, dalla Jugoslavia all’Ucraina dei giorni nostri. Come si è evoluta la professione del reporter di guerra e come sono cambiati i suoi strumenti? Due generazioni giornalistiche si confronteranno, nelle voci dei due professionisti. «La buona politica non può prescindere dalla buona informazione. Alla luce della drammatica crisi bellica in atto tra Russia e Ucraina – fa sapere Fulvio Bersanetti, ideatore e, fin dalla prima edizione, nel 2014, direttore scientifico del festival organizzato dal Comune di Villanova – non potevamo non dedicare uno spazio apposito all’evoluzione del giornalismo di guerra. In pochi anni sono mutati tempi, modi e strumenti di comunicazione, come dimostra il successo dei podcast di Cecilia Sala. Un profondo ringraziamento in tal senso a Chora Media che ha deciso di supportare la nostra iniziativa. La testimonianza più bella di come i “Dialoghi Eula” vengano ormai percepiti quale manifestazione di livello nazionale anche dai professionisti dell’informazione». Un’edizione, quella di quest’anno, che vivrà la sua anteprima venerdì 13 maggio al teatro “Federico Garelli” di Villanova M.vì per una serata dedicata ad Emergency, che della guerra cura da sempre vittime e feriti. Appuntamento, dunque, alle ore 20.30 con la presentazione dell’ultimo libro di Gino Strada “Una persona alla volta” e con lo spettacolo teatrale “Stupidorisiko” con Matteo Palazzo. Ingresso libero, prenotazione obbligatoria allo 0174.552192; 335.1242608 (Whatsapp).