Sarah Cogni e Frabosa Soprana al “Borgo Italiano”

Il prestigioso Premio letterario torinese vede concorrere la “Bottega delle buone cose” edito da Araba Fenice

Tra i Comuni (e i romanzi) che partecipano al Premio letterario “Borgo Italiano” 2022 di Lanzo Torinese c’è anche Sarah Cogni, con “La bottega delle buone cose”, romanzo edito da Araba Fenice. Una partecipazione che rappresenta un’ulteriore vetrina per il Comune, grazie anche alla scheda dedicata al paese dal sito del Premio letterario. Il format del Premio prevede infatti la promozione dei piccoli Comuni attraverso le opere letterarie ambientate in essi. Il lavoro di Sarah Cogni, ultima pubblicazione della prolifica scrittrice ligure e frabosana d’adozione (che lavora come maestra d’asilo a San Michele), racconta di una giovane bottegaia, che apre un’attività a Frabosa nonostante l’opposizione dei genitori. «Il romanzo non solo offre uno spaccato del borgo montano, dove si avvicendano personaggi particolari, ma dove sarà possibile fare un salto nel passato insieme alla protagonista», racconta l’autrice. L’esito del Premio sarà svelato a luglio, con la premiazione a Lanzo Torinese, in seguito alle valutazioni della giuria.