Acd e Santuario di Vicoforte, per un nuovo sito e il miglioramento della comunicazione

Partnership con l’agenzia monregalese Acd: in cantiere il nuovo sito. Il progetto inclusivo con le audioguide

Non solo inclusività: il programma legato al Santuario di Vicoforte, di cui è parte integrante il progetto delle audioguide, promosso nell’ambito del bando “Santuari e comunità” prevede un piano più ampio di rilancio a livello turistico e spirituale, che passa anche attraverso i canali social e il sito della Basilica. L’Amministrazione del Santuario si affaccia alla ripartenza post pandemia dotandosi di strumenti al passo coi tempi per garantire una fruizione del bene al grande pubblico dei turisti e dei pellegrini, con attenzione particolare ai portatori di disabilità, e intende iniziare un nuovo percorso per migliorare la propria comunicazione. A tale scopo l’Amministrazione ha iniziato a interfacciarsi con l’agenzia monregalese Acd (curatori, tra l’altro, anche del sito della nostra testata) che si occuperà di aggiornare la presenza online del Santuario rivedendo il sito e i suoi contenuti, curando i canali social, ma anche proponendo un percorso più complessivo di valorizzazione e comunicazione dell’identità del luogo di culto. «Stiamo lavorando a un percorso che sarà in grado di mettere in evidenza il valore artistico e storico del Santuario, uno dei complessi monumentali più importanti d’Europa, ancora troppo poco conosciuto - commentano i responsabili di Acd Alessandro Casti e Anna Olmo -. Acd affiancherà i responsabili della comunicazione nelle operazioni di branding, ideando un nuovo logo, dando uno stile ai social e nuova forma al sito, semplificandone l’esperienza utente». Inoltre, particolare curioso, del processo sono entrati a far parte manufatti artistici di rilievo, ovvero le tavole della Basilica realizzate dall’illustratore Francesco Corni. Specializzato in rilievi archeologici e in disegni architettonici e urbanistici, il disegnatore ha ritratto il Santuario in queste illustrazioni, apparse più volte su “Bell’Italia”. Acd ha contattato gli eredi con l’intento di raggiungere un accordo per valorizzare e sfruttare queste illustrazioni nell’ambito del nuovo percorso di rilancio. «Grazie alla figlia Elisabetta, titolare della casa editrice e responsabile della costituenda Fondazione intitolata al padre, il Santuario potrà utilizzare anche questo prestigioso strumento», è la conclusione dei titolari dell’agenzia. Il progetto potrà contare, per i contenuti storico-artistici della supervisione, della ricercatrice e restauratrice Stefania Trombetta: «Cerchiamo di offrire ai pellegrini che vengono al Santuario degli strumenti per rendere la visita un’esperienza profonda, che non sia il solito “mordi e fuggi” di chi viene, vede, si fa una foto e se ne va. Vogliamo dare la possibilità a tutti di approfondire la storia e il significato artistico e spirituale del monumento».

 

Dona anche tu per realizzare le audioguide
IBAN IT39F0845046970000000015639 causale “un Santuario da ascoltare”:
i fondi saranno “raddoppiati” da Fondazione CRT fino a un massimo di 12.500 euro

Per informazioni sulla raccolta fondi e su come contribuire al progetto:

tel. 0174 565588, 0174 565555
e-mail: comunicazione@santuariodivicoforte.it.