Crisi Covid: il Comune di Magliano aiuta “Villa Santa Chiara” azzerando l’affitto 2021

Quasi dimezzato anche il canone 2022. Il sindaco: «La Casa di riposo è importantissima per la comunità, ora è in difficoltà per la pandemia e va aiutata»

Un sostegno e una serie di contributi concreti, per assicurare il futuro di una struttura e di un servizio socio-assistenziale molto importante per il paese. Con una delibera di Giunta, l’Amministrazione comunale di Magliano ha approvato una serie di aiuti economici destinati alla Casa di riposo “Villa Santa Chiara”, struttura, come tante altre, in difficoltà per gli effetti della pandemia da Covid. «La nostra Casa di riposo è una struttura bellissima, con locali riqualificati, impianti moderni e un grande giardino – spiega il sindaco Marco Bailo –. Svolge un servizio cruciale per la comunità: molte persone del paese lavorano nella struttura, tanti ospiti sono maglianesi e gli alimenti e i materiali utili alle attività quotidiane vengono acquistati spesso presso gli esercizi commerciali del paese. La pandemia, i “posti vuoti” che si sono creati e le difficoltà correlate, hanno minato seriamente gli equilibri economici della struttura, così come Comune crediamo sia essenziale assicurare un sostegno». Per questi motivi, la Giunta ha approvato un “piano di aiuti”, cancellando le ultime tre rate dell’affitto che la Cooperativa sociale Onlus avrebbe dovuto pagare per il 2020 e annullando il canone previsto per tutto il 2021. Riguardo al 2022 inoltre l’affitto è stato “limato” sensibilmente al ribasso, passando dai precedenti 1.800 euro più Iva mensili agli attuali 1.000 euro più Iva mensili.