Colpaccio Mondovì: il Puma schiaccia Macerata 3-1, ci si giocherà tutto in gara-3

Partita memorabile per la Lpm Bam, capace di imporsi per 3-1 e di ribaltare così il risultato negativo di gara-1. Ora le monregalesi si giocheranno la promozione in serie A1 a Macerata, sabato prossimo

Capolavoro. Con una prestazione tutta grinta e cuore, che resterà a lungo nell'immaginario dei tantissimi appassionati di volley presenti sugli spalti del PalaManera, la Lpm Bam Mondovì compie l'impresa più attesa e supera Macerata in gara-2 della finale play-off. Il Puma mostra i muscoli e, metabolizzato il ko per 3-2 arrivato nella trasferta marchigiana, risponde "di forza", tra le mura amiche, prolungando la serie a gara-3. Una prestazione da formazione top di categoria.

Un PalaManera traboccante di pubblico, appassionati ed entusiasmo, accoglie la gara più importante della storia pallavolistica di Mondovì. La Lpm Bam, reduce da una sconfitta in gara-1, affronta la corazzata Macerata, con un unico obiettivo: vincere, per prolungare la serie a gara-3 e poi giocarsi ad armi pari la promozione in serie A1. Negli starting-six ci sono novità rispetto alla gara d'andata. Bibo Solforati conferma il sestetto tipo, con Cumino e Taborelli sulla diagonale, Hardeman e Trevisan in banda, Molinaro e Montani al centro e Bisconti libero. Stessa formazione di gara-1 anche per Luca Paniconi, con Ricci in palleggio pronta ad innescare la "stella" israeliana Polina Malik e le attaccanti Fiesoli e Michieletto, e il libero Bresciani a blindare la seconda linea.

In avvio di primo set il Puma parte bene. Montani piazza la fast del 4-4, poi è Molinaro a muro a firmare il vantaggio, sull'8-6. Mondovì tiene il rimo alto (pur sbagliando troppo al servizio) e l'ace di Taborelli vale l'11-8. L'attacco funziona alla grande, così una nuova fast di Montani porta al 13-10 e Hardeman fa 15-11, sfruttando al meglio una super difesa di Bisconti. Costretta ad inseguire a -4, Macerata chiama il time-out e recupera ottimamente, fino al 15-15 (ace di Ricci e muro di Michieletto) che costringe Solforati al time-out. Mondovì va in confusione in ricezione e Macerata completa il sorpasso sul 15-17. Molinaro firma la nuova parità (17-17) e Taborelli tiene in corsa la Lpm Bam con il mani-out del 20 pari. La sfida si fa appassionante. Malik fa 22-22 e Pizzolato a muro mette giù il 22-23. Dopo l'ultimo time-out di Solforati, Hardeman rimette a posto le cose (23-23) mentre Pasquino rileva Cumino in regia. Trevisan firma l'ace del 24-23 e Hardeman fa 25-23.

Nel secondo set Michieletto scalda il braccio e fa 1-3, poi Montani firma la parità (5-5) e Molinaro porta avanti il Puma, con i colpi nel segno dell'8-6 e del successivo 10-8. Il gran muro di Montani vale il 12-9 e l'ace di Trevisan fa 14-10. Mondovì arriva sul 15-10, Macerata riordina le idee a muro e in difesa e cerca di recuperare qualche lunghezza, ma Molinaro e Hardeman colpiscono duro in attacco e portano il punteggio sul 18-12. Il nuovo muro di Molinaro vale addirittura il 20-13. Le ospiti si aggrappano alle iniziative su palla alta di Michieletto, ma Taborelli è bravissima a sfruttare il secondo tocco di Molinaro, per mettere giù il 22-15. Ancora Taborelli fa 23-17, l'ace di Molinaro porta al 24-17 e chiude i conti di nuovo una scatenata Taborelli, con il diagonale del 25-18.

Sul doppio vantaggio, il Puma si presenta nel terzo game forse un po' troppo rilassato e Macerata ne approfitta prontamente, andando a condurre sull'1-4. La reazione passa per il braccio di Taborelli, che tira a tutta forza e piazza l'ace del 4-4. Le ospiti non mollano e mettono a segno un nuovo allungo, sul 4-9 (ace di Malik), mentre Mondovì fatica in ricezione. La Lpm Bam si rimbocca le maniche, rialza la testa e assottiglia il gap. Bisconti si mette in mostra con un gran salvataggio e Hardeman firma il 7-9. Macerata resiste e torna ad amministrare il vantaggio sul 10-14 con l'ace di Pizzolato. Le rossoblù devono inseguire e lo fanno con determinazione, così il muro di Trevisan porta al -1 sul 14-15. Macerata si gioca il tutto per tutto, difende l'impossibile e torna avanti con Fiesoli, che fa 16-19. Sul finale, il muro a uno di Pizzolato su Taborelli porta al 17-22. Hardeman tiene accese le speranze con il siluro del 19-23, Bisconti vola e recupera due palloni ormai persi e Trevisan fa 21-24, ma è tutto inutile. Macerata si impone 21-25.

Macerata si rifà sotto, ma il Puma deve resistere. Durante i primi scambi del quarto set Taborelli mette a segno l'ace del 3-1, il muro di Montani porta al 4-2 e Hardeman su palla alta fa 7-3. Macerata torna in carreggiata e aggancia le avversarie sull'11 pari, poi il nuovo scatto "tutto grinta e orgoglio" di Mondovì vale il 16-12. Si lotta su ogni pallone. Hardeman pesca l'angolino lontano per il 17-13 e Molinaro fa 18-13. La stessa americana fissa il 19-14, poi Macerata alza il ritmo e torna in partita, a -1, sul 19-18. Il Puma tiene botta e Taborelli firma il 21-19. Montani a muro fa 23-20 e ancora una scatenata Hardeman firma il 24-20 prima del decisivo 25-22 (palla in rete di Fiesoli).

Sabato 21 maggio, ore 20,30 si giocherà gara-3 a Macerata. Un dentro-fuori, per la promozione in serie A1