I fantastici quattro dell’”Intervall”: da Pagno a Vicoforte in 52 ore

Hanno completato i 215 km dell'"Intervall" in tre giorni, dormendo in tutto meno di tre ore

Sono arrivati alle 13 in punto di sabato sul sagrato del Santuario di Vicoforte, completando quella che è a tutti gli effetti un’impresa epica. Sono i carrucesi Francesco Filippi, Giacomo Bergese, il lequiese Denis Fea e il doglianese Matteo Devalle: si sono sorbiti 215 km di sentieri in tre giorni, partendo da Pagno nella mattinata di giovedì e concludendo la loro personalissima “Intervall Ultratrail Marathon” nei tempi che si erano prefissati.

Lungo la strada hanno trovato amici e tanto sostegno. A Chiusa Pesio ad esempio, all’una di notte di sabato, sono stati accolti da sindaco e due assessori con le birre. E a Boves, dopo la pioggia di venerdì, hanno potuto farsi una doccia e mangiare un po’ di pasta. Per il resto ci hanno messo tutta la loro forza e determinazione per testare la lunghissima rete di sentieri messa a punto dalla Compagnia del Buon Cammino, adatta a normali escursioni da trekking.

«Ci siamo trovati molto bene, è andata meglio del previsto», ci racconta Francesco Filippi. «La differenza fra il farcela e no, in questi casi lo fa il gioco di squadra di amici e sponsor che si sono alternati lungo tutto il percorso per rifocillarci. In tutto abbiamo dormito due volte per un’ora di sonno ciascuna, più altre tre riposini da 10 minuti. Avevamo preventivato di farcela in circa 60 ore, ce ne abbiamo messe 52».