ELEZIONI – Alle urne nei paesi dove si elegge il sindaco

Domenica 12 giugno, dalle ore 7 alle 23, si vota per le elezioni comunali. I paesi della nostra zona che dovranno eleggere un nuovo sindaco sono Bastia, Bene Vagienna, Frabosa Soprana, Monastero, Cairo, Calizzano e Altare, oltre ovviamente a Mondovì.

Ecco come votare nei sette Comuni sopra citati, tutti sotto i 15 mila abitanti. I cittadini possono esprimere innanzitutto un “voto di lista” semplice, tracciando una croce sul simbolo di riferimento, senza indicare preferenze. In alternativa è possibile esprimere una preferenza (una sola), scrivendo nome e cognome del candidato scelto (basta anche solo il cognome, a patto che non ci siano casi di omonimia) nello spazio tratteggiato, sotto il simbolo della lista di riferimento. Scrivendo solamente il nome del consigliere a cui si vuole dare la preferenza (senza croce sul simbolo), in automatico si vota anche la lista.

Nei Comuni sotto i 15 mila abitanti non è previsto il voto disgiunto, quindi non vengono considerate valide schede con croce sul simbolo e preferenza ad un consigliere di una lista diversa.

Per votare a tutte le elezioni è indispensabile essere in possesso della tessera elettorale. Si tratta del documento che tutti i cittadini ricevono a casa quando compiono 18 anni.

Sulla tessera elettorale sono indicate le generalità del proprietario, l’indirizzo di residenza e la sezione elettorale in cui recarsi per votare. Non esiste una data di scadenza, ma è possibile che l’elettore abbia esaurito lo spazio a disposizione per i timbri, o la perda. In caso di smarrimento della tessera è sufficiente chiedere il rinnovo, recandosi di persona in municipio e chiedere il rilascio di un duplicato. Nel caso in cui ci sia la possibilità che la tessera sia stata rubata, è necessario anche denunciare l’accaduto alle Forze dell’ordine.