Itinerari partigiani: escursione da Pian delle Gorre a Carnino

Itinerari partigiani: escursione da Pian delle Gorre a Carnino. Opuscolo "Sentieri di Libertà" con i sentieri sito visitmondovi.it

Itinerari partigiani Gorre Carnino

Itinerari partigiani: escursione da Pian delle Gorre a Carnino organizzata dall'Associazione "Ignazio Vian". Presentazione dell'opuscolo "Sentieri di Libertà" con diversi itinerari partigiani tratti dal sito turistico visitmondovi.it

Pasqua 1944: centocinquanta partigiani della Banda della Val Pesio avevano tenuto in scacco per due giorni duemila tedeschi impegnati nel rastrellamento che avrebbe dovuto distruggerli e poi, finite le munizioni, avevano ripiegato sfuggendo alla morsa del nemico. Il grosso della Banda lasciò la zona di Pian delle Gorre e risalì nel vallone dove ora si trova il Rifugio "Garelli". Attraverso il passo di Porta Sestrera, il Colle del Pas e il Passo delle Mastrelle arrivarono a Carnino, in Alta Val Tanaro.

L'Associazione "Ignazio Vian" di Cuneo, rispolverando una vecchia tradizione, ha organizzato per domenica 26 giugno un'escursione proprio sul percorso di quel ripiegamento. Il programma della giornata prevede il ritrovo alle ore 5 a Pian delle Gorre con arrivo a Carnino previsto per le ore 13/13.30 (1.500 mt di dislivello su un percorso di 18 km). Per chi non partecipa alla camminata sarà possibile raggiungere Carnino con mezzi propri o con il bus con partenza alle ore 9 da Chiusa di Pesio e fermata a Mondovì Stazione ferroviaria alle ore 9.30. Pranzo presso la Foresteria di Carnino (costo euro 15). Per info e prenotazioni 328 6648824. Partner dell'iniziativa, insieme alla "Vian", il Centro culturale don Aldo Benevelli di Cuneo in collaborazione con Associazione Amicoparco (Associazione di volontariato delle Aree Protette delle Alpi Marittime) e Slow Food Condotta Monregalese, Cebano, Alta Val Tanaro e Pesio, supportati dall’Ente di Gestione delle A.P.A.M. e dalla Foresteria di Carnino.

L'opuscolo "Sentieri di Libertà" e il cartello informativo

Dopo il pranzo a Carnino, saranno presenti l'Opuscolo “Sentieri di Libertà”, realizzato dall'Associazione "Ignazio Vian" ed il pannello informativo sulla “Battaglia di Pasqua” collocato nell’ambito dell’iniziativa “Percorsi della Memoria della Resistenza”.

Opuscolo partigiano
L'opuscolo di itinerari partigiani

L'opuscolo, promuove una serie di percorsi partigiani tra le valli Pesio ed Ellero e introduce alla storia delle Formazioni partigiane “Rinnovamento” che, nei venti mesi della Resistenza, operarono nelle nostre valli. Il volantino è basato sulla sezione di “Itinerari partigiani” del sito www.visitmondovi.it dell’Unione Monregalese - CEM (raggiungibile qui). Contiene una breve introduzione sulla Banda partigiana della val Pesio, che divenne III Divisione Alpi e poi, sul finire della guerra, fu suddivisa tra III Divisione Alpi Fossano e V Divisione Alpi Mondovì. Fondata e comandata dal capitano Piero Cosa affiancato dal sottotenente Aldo Sacchetti, fu una Formazione non legata a partiti eppure con il preciso obiettivo politico di una nuova Italia repubblicana e democratica. Commissario politico Dino Giacosa, un antifascista che era stato perseguitato dal regime. L’opuscolo, ricco di immagini, racconta alcuni episodi salienti della Resistenza locale: la Battaglia di Pasqua 1944 in val Pesio, le vicende intorno al Santuario di Santa Lucia e la sua tipografia clandestina, la Tura ed i lanci dell’aviazione inglese... I dieci itinerari vanno da brevi passeggiate, come il sentiero Villavecchia - Santa Lucia a lunghe escursioni, come il percorso del ripiegamento della Battaglia di Pasqua, da Pian delle Gorre a Carnino. Accompagnano in luoghi simbolo, come la Grotta dei Partigiani, o a fare memoria di tragedie: la strage del Pellone. O fanno conoscere episodi poco noti, come quello della Fortezza Volante che precipitò sul colle del Vaccarile. Ogni sentiero è illustrato brevemente, rimandando per i dettagli, via qr-code, alla sezione "partigiana" del sito internet visitmondovi.it. L’ultima pagina del volantino propone una buona bibliografia per approfondire.

Cartello partigiano Carnino
Il cartello posizionato a Carnino

L’opuscolo dell’Associazione partigiana Ignazio Vian di Cuneo è sostenuto dalla FIVL, Federazione Italiana Volontari della Libertà, con materiale dell’Archivio personale don Aldo Benevelli e la partecipazione del Parco Marguareis. Testi e grafica sono a cura della Coop. Editrice Monregalese, che cura anche il sito visitmondovi.it. Stampa Alma Tipografica di Villanova M.vì. Gli opuscoli saranno disponibili gratuitamente negli uffici turistici, in alcune biblioteche, all’Unione Monregalese, nei Rifugi del giro del Marguareis. Si possono richiedere all’Associazione Ignazio Vian, viancuneo@libero.it

Opuscolo partigiano

Itinerari partigiani: escursione da Pian delle Gorre a Carnino organizzata dall'Associazione "Ignazio Vian". Presentazione dell'opuscolo "Sentieri di Libertà" con diversi itinerari partigiani tratti dal sito turistico visitmondovi.it