Tra Piozzo e Lequio, un sentiero nel bosco con gli alpaca, alla “scoperta” dei maiali neri

Domenica 5 giugno è stato inaugurato un nuovo percorso naturalistico specialmente adatto per famiglie che, partendo dal Baladin Open Garden, porta ad agriturismo a Lequio Tanaro

Un’idea diversa, simpatica e stimolante, per trascorrere una giornata all’aria aperta, all’insegna dell’amicizia, dello stare insieme, gustando (perché no) magari anche un buon piatto di prodotti tipici, come aperitivo o merenda. Domenica 5 giugno è stato inaugurato un nuovo sentiero naturalistico, tutto tra i boschi, con partenza dalla grande area del Baladin Open Garden di Piozzo (a fianco della Fondovalle) e arrivo all’agriturismo “Podere del vescovo” di Lequio Tanaro. Un percorso piacevole e semplice, ombreggiato, adatto a tutti, dedicato specialmente alle famiglie, che possono percorrere in assoluta tranquillità e sicurezza i quasi 4 chilometri di strada, su sentieri sterrati. Alla prima “uscita sul campo” hanno partecipato circa una sessantina di persone, accompagnati dai simpatici alpaca messi a disposizione della stessa azienda agrituristica, ma il tracciato ora è percorribile ogni domenica, anche in autonomia, seguendo le indicazioni che si trovano a partire dal piazzale dell’Open Garden. «Abbiamo chiamato questo percorso “Dalla birra ai maiali neri” – spiega Andrea Romero di “Podere del vescovo” –. Partendo dal birrificio infatti si arriva, dopo un’ora di tranquilla passeggiata, all’agriturismo, dove è possibile osservare il nostro particolare allevamento brado del maiale nero piemontese, nuova razza riconosciuta dal 2020, che noi alleviamo in cascina a Lequio Tanaro. Il trekking è segnalato e tramite un Qr-code si può anche scaricare il tragitto sullo smartphone. Se si ha piacere di organizzare una degustazione a fine camminata invece è necessario prenotare, contattando direttamente il Baladin Open Garden». Partendo invece dal “Podere del vescovo” è inoltre possibile partecipare, a gruppi, ad escursioni naturalistiche su altri sentieri, sempre accompagnati dagli alpaca della cascina.