Ciclismo: la grande sfida del Giro delle Valli monregalesi è tornata ad infiammare le nostre strade

Andrea Cismondi (Cicli Pepino) si aggiudica in volata la Granfondo. A Luca Passarotto (Team Marchisio Bike) la Medio Fondo Giro. Al femminile vincono la cuneese Lisa Aime (Gs Passatore) e Ylenia Fazzone (Rodman Azimut Squadra Corse)

Tante bici, emozioni e imprese. Sulle nostre strade è tornato domenica, dopo due lunghissimi anni di assenza, il Giro delle Valli Monregalesi sotto l’organizzazione del Ciclo Amateurs Mondovì e del suo presidente Domenico “Pizzi” Mantella. È la prova più longeva all’interno del circuito di Coppa Piemonte, l’unica presente sin dalla sua nascita. Gli atleti si sono cimentati sui due percorsi storici con partenza e arrivo sul rettilineo di fronte alla piscina di Mondovì.

GRANDOFONDO: Andrea Cismondi (Cicli Pepino) si aggiudica in volata la Granfondo. Secondo posto per Alain Seletto (Bicisport Ospedaletti) e terzo Aldo Ghiron (Dotta Bike). La cuneese Lisa Aime (Gs Passatore) si aggiudicato la classifica femminile. Secondo posto per Tallone Michela (Om. CC) e terza De Marchi Sabrina (Rodman Azimut Squadra Corse).

MEDIFONDO: Luca Passarotto (Team Marchisio Bike) vince la Medio Fondo Giro delle Valli Monregalesi, tagliando il traguardo di Mondovì in perfetta solitudine. Filippo Ghiron (Dotta Bike) secondo, Matteo Draperi (Officine Mattio Cycling Club) terzo. Ylenia Fazzone (Rodman Azimut Squadra Corse) ha conquistato, invece, il successo nella classifica femminile. Seconda Tamara (Cycling Center), terza Merico Chiara (Dotta Bike).
.
.

I DUE PERCORSI
Il percorso più lungo, quello della Granfondo, mette in menù 150 km tra Mondovì, Villanova, Roccaforte, Chiusa, Pianfei, per accarezzare di nuovo Villanova e procedere verso Sant’Anna, Bastia, Briaglia, San Michele, Mombasiglio, Lisio, Viola, Pamparato poi San Giacomo di Roburent, Corsaglia, Prà di Roburent, Fontane fino a salire sui 1.614 metri d’altitudine del Prel a Prato Nevoso e tornare a Mondovì via Villanova. Quest’ultima parte non è prevista nella Mediofondo da 100 km dove i ciclisti dopo San Michele taglieranno invece da Torre e Montaldo per attraversare il centro di Sottana e scendere dai Gosi.  Insomma, il “Valli Monregalesi” è il tassello che mancava per il pieno ritorno alla normalità, in una stagione ciclistica che, nel Monregalese, ha ospitato nell’ordine l’apertura del Giro d’Italia Donne 2021 con l’arrivo proprio al Prel e poi, lo scorso maggio, la decima tappa del Giro E e la tredicesima tappa del Giro d’Italia da Sanremo a Cuneo.

 

___

VUOI ESSERE SEMPRE INFORMATO?
Sì, voglio le news gratis in tempo reale - ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM - CLICCA QUI